LAMAREA – Diventare grandi

Dopo l’uscita di “Lettere” del Febbraio dello scorso anno, il 30 Aprile i LAMAREA ritornano con una nuova canzone intitolata “Diventare grandi”. Un brano che vuole rispondere “ad un mondo che vuole piegarci alla logica di consumo, alla figura di un business man che non ha più sogni , che non vede più i colori. Diventare grandi significa ben altro.

LAMAREA nasce nel 2014, dalla incessante necessità di fare arte insieme dall’amore di un gruppo di amici per la musica. Nel 2017 è l’anno dell’incontro con Daniele Grasso, noto produttore artistico che vanta collaborazioni con artisti del calibro di Afterhours, Greg Dulli, Cesare Basile. I LAMAREA l’anno dopo entrano ufficialmente nello storico The Cave Studio di Catania per iniziare la realizzazione di “Respiro”, il secondo album che vedrà la luce nel Gennaio 2019 per The Kids Are Alright (Dcave records) con la produzione artistica di Daniele Grasso.

Nel Luglio 2018 e 2019 partecipano al prestigioso Festival Gaber all’evento “Le strade di notte” organizzato da Gian Piero Alloisio (autore di canzoni per importanti artisti come Guccini, Morandi , Jannacci) presentando il brano “L’illogica allegria” e “Non insegnate ai bambini” Gaber/Luporini. Nel Giugno 2019 arrivano alla Finale Nazionale di Sanremo Rock suonando su uno dei palchi più importanti d’Italia, l’ Ariston di Sanremo. Nell’estate del 2019 Alessandro Domenici intraprende la carriera artistica da solista e Filippo Rocchi il bassista, diventa il nuovo cantante della band.

 

 

Filippo (cantante e bassista) << Diventare grandi non significa invecchiare. Non significa perdere la voglia di giocare, di godersi le amicizie più autentiche. Quello che volevamo far arrivare era proprio questo. Questa è la nostra risposta ad un mondo che vuole piegarci alla logica di consumo, alla figura di un business man che non ha più sogni , che non vede più i colori. Diventare grandi significa ben altro. Significa diventare quello che già si era, con più responsabilità certo, ma quello che già si era in precedenza, in modo spontaneo, naturale, e mantenendo sempre vivi, quei bambini che abbiamo dentro. >>

Diventare grandi – Testo

1

Il passo è lento

Come una nuvola condenso

Rinnovo il senso

Di questa nuova vita

E tu sei come uno scontrino in tasca

Da troppo tempo

Parole libere non le trattengo più

Condizionato dalle tue bugie non penso

E la chiave oggi è non pensare

La sigaretta in mano

Stare è la mia cura per dimenticare

E scriverò per non dormire più

Lavoro sodo ma ora non sei tu

Che muovi i fili della mia volontà

Le chiavi in mano e chi vivrà vedrà

 

RIT

Correggimi se sbaglio

Se quando piove non ho voglia

Se la città mi resta addosso

Se sto nascosto non mi riconosco

Quando le strade sono come piste

Vorrei soltanto scivolare indietro

Ma poi mi dico cazzo stai facendo

E mi ributto dentro

 

2

E mi ricalibro

I miei ricordi ora mi danno forza, panico

Era pensarti qui vicino a me

Poi non trovarti, navigo

In questo mare di silenzio e lo ringrazio

Dall’altra parte dell’oceano

Albero maestro grido “A terra

Questo è un nuovo sbarco!”

Poi suona il campanello

E non è il pacco Amazon che stavo aspettando

RIT

Correggimi se sbaglio

Se quando piove non ho voglia

Se la città mi resta addosso

Se sto nascosto non mi riconosco

Quando le strade sono come piste

Vorrei soltanto scivolare indietro

Ma poi mi dico cazzo stai facendo

E mi ributto dentro

 

SPECIAL

E se non te ne frega niente meglio così

Perché è da soli che ci si rimette in piedi

Una mano sopra il cuore e una sul grilletto

Ma poi alla fine abbasso l’arma

Di tempo con te non ne perdo più

No, no

Io di tempo con te non ne perdo più

 

 

Autore : Filippo Rocchi

Compositori : Matteo Mastromei, Filippo Rocchi, Lorenzo Benassi, Lorenzo Mastromei

 

 

Credits – Diventare grandi

Riprese e Montaggio : Time Dark

Mix e Master : STudio RECording di Simone Traina

Etichetta : Rosso di sera / Bossi Records

Ufficio Promozione : Elite Music Agency

Voce : Filippo Rocchi

Basso : Filippo Rocchi

Batteria : Matteo Mastromei

Chitarra elettrica : Lorenzo Mastromei

Chitarra elettrica : Lorenzo Benassi

Chitarra acustica : Lorenzo Mastromei

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.