LUNANICO – Volerai

“VOLERAI”, il singolo d’esordio di LUNANICO, cantautore dal carattere introverso, caratterizzato da una scrittura tipica di quella bella follia cantautorale italiana.
Con il suo brano d’esordio “Volerai”, l’artista racconta una storia che ha vissuto indirettamente ma che l’ha toccato particolarmente da vicino.
Spiega Lunanico a proposito del nuovo brano«Volerai nasce, come tutti i miei testi, nella mia camera, che è ormai diventata anche il mio piccolo studio di registrazione. Mi è sempre piaciuto ascoltare i problemi della gente per poi cercare di aiutarli nel mio piccolo, come se fossi una sorta di psicologo a tempo perso, e “Volerai” nasce proprio così, con un problema di base ma senza una soluzione apparente. Molte volte quando la gente si sente infelice si lamenta, con frasi fatte come ad esempio “nessuno mi capisce” oppure “sono tutti felici tranne me”, con l’unico scopo di attirare l’attenzione a sé e di sentirsi amati. Il problema però sorge quando tu offri una mano, ma la persona di fronte a te non la vuole, vuole solo rimanere da sola, consapevole del suo futuro. Volerai parla di un tema tabù, il suicidio, tema che viene poco trattato dai media, poiché mal spiegato e sempre mal concepito. Sicuramente al primo ascolto, il brano risulterà felice, pieno di speranza, se però si va a leggere il testo con attenzione, si può notare che la canzone è tutt’altro che gioiosa. Era proprio questo l’impatto che volevo, delle sonorità felici che potessero mascherare il brano, così che solamente le persone attente potessero capire il vero tema del brano».
Biografia
Nicolò De Carlo in arte Lunanico è un cantautore, classe ’02, nato a Lugano in Svizzera.
Il nome nasce semplicemente come mix tra lui e la sua personalità ovvero essere lunatico (lunatico + nico)
Scrive i suoi testi fin da quando aveva 15 anni e ha sempre avuto la passione per la musica.
Adora utilizzare parole ricercate nei suoi testi per distinguersi dalla massa, e passa la maggior parte del suo tempo libero a cercare nuove emozioni da trasmettere al pubblico.
Si auto-definisce un cantautore “atipico” per la sua giovane età e nei suoi testi fa emergere situazioni difficili e tabù di cui la società non vuole parlare.
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *