Matteo Brancaleoni – Professione Crooner

Vi dice niente la parola CROONER?

Sembrerebbe il titolo di un film di fantascienza o un biscotto da inzuppare nel latte la mattina. Invece Crooner è il termine con cui si rappresenta un cantante di repertorio popolare, voce calda e profonda, molto vicino soprattutto alla musica jazz, spesso circondato da un’orchestra. 

 

Frank Sinatra, Nat King Cole, Tony Bennett, Michael Bublè sono alcuni dei più grandi artisti internazionali, ma in Italia abbiamo avuto in passato Crooner del calibro di Bruno Martino, Nicola Arigliano per arrivare al più recente Mario Biondi, ormai famoso in tutto il mondo.

Oggi è arrivato il momento di presentarvi uno dei più promettenti cantanti della scena contemporanea, che ha realizzato per La Irma Records l’album “New Life“.

Matteo Brancaleoni ha pubblicato questo album alla fine del 2012, molto apprezzato dalla critica musicale. Inoltre di recente si è esibito sul palco del mitico “Blue Note” di Milano dove transitano i più grandi artisti contemporanei di musica soul e Jazz.

 Potevo forse perdere l’occasione di parlarne?

No di certo, anche perchè fondamentalmente sono un “sentimentalone” e mi piace ascoltare voci particolari e adatte per tutte le occasioni…

Matteo ha una voce calda e accattivante e il disco è nato dall’incontro con un altro personaggio della scena musicale jazzy, Nerio “Papik” Poggi, che ha arrangiato i brani in maniera fresca e piacevole, miscelando perfettamente pop, swing, jazz e soul (ascoltate “Never Gonna Fall in Love“)

New Life” è un album con 11 brani, sei inediti (2 scritti da Brancaleoni) e 5 cover (una sola cantata in madrelingua), la classica “Cosa hai messo nel caffè” che di recente ha proposto anche Malika Ayane nel suo ultimo lavoro (per la gioia di Riccardo Del Turco, l’autore del brano nel 1969).

Ottima la cover di Copacabana, brano del 1978 di un altro Crooner, Barry Manilow (uno dei miei preferiti di sempre).

Il brano è cantato e arrangiato in maniera perfetta e Matteo, spigliato e dotato di spiccata ironia, è perfettamente a suo agio nel video dove interpreta i personaggi della canzone (il gangster, il barista e la ballerina).

A proposito di tour, ricordo che quest’estate sarà al Jazz Up Festival a Ronciglione e ad Agosto, unico artista italiano al Saint Moritz Jazz Fest e in Turchia al Bodrum Jazz Festival.

Appuntamenti più vicini, la prossima settimana in Sardegna a Olbia e Sassari e…perchè no, una capatina da Fiorello all’EdicolaFiore.

Per finire le “3 domande 3” che ho fatto a Matteo (le classiche che si fanno per capire il personaggio).UDITE UDITE!

3 canzoni preferite (mi ha spiazzato!)

Smile – Charlie Chaplin

Firework – Kate Perry

Shake It Out – Florence & The Machine


3 artisti preferiti : Frank Sinatra, Domenico Modugno e Michael Jackson.


Il disco che ti ha cambiato la vita: La Buona Novella di Fabrizio De Andrè…capolavoro assoluto.

 Grazie Matteo per la tua disponibilità, in bocca al lupo e…attenzione

La buona Novella è che domani, 31 maggio si festeggia …buon compleanno Matteo da tutti i tuoi amici e anche da Noi di Radiocoop.

 

P.S. Le domande in realtà erano 4…volevo lo scoop a tutti i costi, quello che nessuno avrebbe mai osato chiedere (il Gossip fa tendenza) e non potevo certo deludere i lettori. Ho il numero di scarpe di Matteo, porta il 42! Il buon Crooner non va mai sotto il 41…ce l’ho fatta, ma che fatica ragazzi. Ciao al prossimo Scoop.

 

Carlo Maffini

Carlo Maffini

DJ freelance dal 1977 in Italia (collaborazioni con Bruce Harper, Andy Meecham, Benny Benassi...), DJ, Voce radiofonica & Program Director per Radio Parma e Radio 12, titolare del famosissimo Mistral Set (negozio di dischi, punto di riferimento a Parma). Collabora con Radiocoop dal 2007.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.