MOMA – A permanent state of transition

moma-2

Il gruppo di Faenza firma il secondo album e lo fa con un piglio deciso e senza fronzoli,  all’insegna di un rock solido e diretto. I brani, tutti autografi, arrivano subito al dunque, sono elettrici ed energici, catturano attenzione e vibrano di un’ossatura che attinge dai 60’s, aggiunge qualche venatura psichedelica e abbraccia lo scibile del miglior rock. Ottimo lavoro, ben fatto e convincente.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.