MON – IX

Un bosco sul mare, un’oscura ninfa, una creatura selvaggia, una brocca, un fiume, una maschera magica, una falena sacra, due strani gemelli, piante, bestie e fuoco. Una storia in cui è labile il confine tra vittima e carnefice, che attinge a piene mani nella cultura classica ma che, allo stesso tempo, respira un’aria esotica, tribale, in piena continuità con le storie precedenti. É il mediterraneo dei Mòn e della loro IX. Ciò che ami è dove l’hai lasciato.

video realizzato da Marco Brancato (illustrazioni, regia e montaggio)

A dark nymph, a wild creature, a pitcher, a river, a magic mask, a holy moth, two strange twins, plants, beasts and fire.

A story where the border between victim and oppressor is evanescent, a story tapping into classical culture and breathing an exotic and tribal air at the same time, continuing the previous stories.

That’s Mediterranean nature, which can be found both in their artistic personality and in their new single IX. What you love is where you have left it.

Illustrated Directed and Edited by Marco Brancato
(c)e(p) 2019 Urtovox rec /Supermota
Realized with the support of Mibac and Siae as part of the initiative
‘Sillumina, copia privata per i giovani, per la cultura 2017’

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.