Nuova Musica Italiana – 4 recensioni

CESARE MALFATTI – Una mia distrazione

Cesare Malfatti ha militato con Afterhours The Dining Rooms , è stato l’altra anima dei La Crus con Mauro Ermanno Giovanardi, ha fondato gli Amor Fou.Il secondo lavoro solista lo trova alle prese con un sound che attinge dal lounge jazz affiancato ad un respiro cantautorale in cui il pianoforte è sempre il principale protagonista e i brani più che cantati sono spesso sussurrati, avvicinandosi talvolta alla poetica di Paolo Conte o Leonard Cohen. Un lavoro non facile ma particolare e di notevole spessore.

IL BRIC – Nuovo odine mondiale

Trio di Bari alle prese con un’elettronica dalle tinte world music, tra pop (Battiato, Soerba, Bluvertigo, Kraftwerk) e sperimentazione con testi ispirati ai nuovi equilibri geopolitici mondiali. Oltre agli strumenti canonici vengono impiegati strumenti etnici e strumenti elettronici e il risultato finale è sicuramente originale e curioso.

VERONICA and the RED WINE SERENADERS – The mexican dress

Al quinto album la band lombarda perfeziona la coinvolgente miscela di country, blues , musica roots americana, swing, dixieland, bluegrass (non per nulla registrato a Tacoma, vicino a Seattle) con estremo gusto e perfetta interpretazione del mood che richiede la musica in questione.

JOHN STRADA – Meticcio

Sesto lavoro per il rocker emiliano (ma dalla lunga carriera spesa anche tra Londra e new York) che abbraccia un tipico e ben riconoscibile sound classico tra Ligabue, Bruce Springsteen, John Cougar, Graziano Romani e la tradizione rock cantautorale americana nel tipico e ormai riconosciuto tratto autostradale Bologna-New York.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.