OONA REA – Fun

“FUN” (Jando Music/Via Veneto Jazz), brano estratto dall’album “First Name: Oona”.
Come racconta la stessa Oona Rea, il singolo “Fun” «parla delle tante dipendenze che abbiamo al giorno d’oggi, di pensieri disordinati; mali invisibili che affliggono il mondo, diffondendosi silenziosi. Ma ho voluto raccontarli con leggerezza, dando una sensazione sfuggevole di spensieratezza attraverso la musica, come è spesso sfuggevole la felicità. La libertà che da sempre andiamo cercando, credo risieda nella forza del desiderio, nella scelta costante di tramutare ciò che abbiamo a disposizione e, il “male” in “bene”. Questa forma di “magia” è un gioco, è creatività».
Oona Rea è la protagonista del videoclip di “Fun” diretto da Matteo Antonelli e Fedora Sasso; la sequenza di immagini è incentrata su una ragazza intenta a giocare come farebbe una bambina: correndo, cantando e dando delle pennellate di colore su una parete bianca.
Biografia
Cantante e autrice, Oona Rea è nata a Roma nel 1991, ed è cresciuta all’interno di una famiglia di artisti. La sua originale voce spazia in vari mondi, passando dal blues al jazz, fino al rock e il pop, incanalando tutto in un genere musicale molto personale, tanto eclettico quanto coeso grazie alla forte personalità dei suoi testi, l’approccio jazzistico, e l’impatto pop/rock della sua voce evocativa. Ha suonato e collaborato con artisti di rilievo dell’attuale panorama jazzistico italiano e internazionale, tra i quali Danilo Rea, MariaPia De Vito, Paolo Damiani, Alfredo Paixao. Fa parte del Burnoguala ensemble vocale e canta in diverse formazioni con il suo timbro dai colori Soul, Blues e folk. Nel 2019 è uscito il suo primo disco, “First Name: Oona”, che la vede autrice affiancata nella composizione da Luigi Masciari, col quale collabora in diversi progetti musicali a cavallo tra jazz, rock e pop.

 

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.