ORIGINAL SICILIAN STYLE – La Notte del 4

Sono in molti oggi a considerare la festa di Sant’Agata, patrona della città di Catania, una mera abitudine profana, uno showbusiness.
Ma cos’è veramente, per i catanesi, la devozione a Sant’Agata e cosa rappresenta davvero l’ormai celebre festa?

Lo cantano gli Original Sicilian Style nel loro pezzo “La notte del 4”, una ballata che descrive nei dettagli il periodo delle celebrazioni. La calca della gente che si ammassa sulla via Etnea, le notti insonni e le lacrime dei devoti che fino all’ultimo, stremati, seguono la loro protettrice nel suo percorso.

Nel brano, gli OSS spiegano come non è sufficiente allontanarsi dalla città, dai fuochi, dalla cera, per riuscire a sentirsi liberi da questa tradizione. Prima o poi, infatti, si verrà colti da un’impellente necessità, perché «si può scappare ma prima o poi si deve tornare».

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.