PANDA CLAN – Ashtray

“ASHTRAY” il nuovo singolo dei PANDA CLAN, misterioso collettivo milanese. Il brano, disponibile su tutte le piattaforme streaming e digital download, è estratto da Circumvention, l’EP d’esordio atteso per il prossimo 28 settembre 2021 per la nota label spagnola Maldito Records / Primal Box edizioni.

Ashtrayè il quarto singolo estratto dal lavoro in studio e segue ai precedenti “I Can’t Breathe”, “Claim” e “Mono”.

 

 “A thousand hearts in a square,
hopeful july of buds in blood
It’s vain to admire the milky way,
 another one nice big ashtray”

 Un brano attuale e tagliente, Ashtray si fa carico di raccontare uno dei più fatti più bui e inquietanti della storia recente: i fatti del G8 di Genova 2001. A vent’anni dall’accaduto ricorsi lo scorso luglio, il nuovo singolo dei Panda Clan è una dedica alla ferita provocata da una delle mattanze più sanguinose della storia italiana. Un testo allegorico che da un lato rende omaggio con rammarico agli eventi che hanno cambiato le sorti della politica italiana e della lotta al capitalismo, e, dell’altro, riflette come da allora gli altri tentativi di lotta e controinformazione si sono dimostrati deboli e inermi rispetto alla forza dell’attuale sistema economico.

La mattanza è stata l’unica maniera che il sistema G8 ha trovato per difendersi. La riunione dei paesi capitalisti più ricchi e industrializzati del pianeta scelse di spazzare via le tensioni con il più antico mezzo utilizzato dal potere nel corso della storia: la paura. E decise di farlo con i più subdoli strumenti: dalle torture agli arresti immotivati, la produzione di prove fasulle, irruzioni nelle strutture, cariche su manifestanti, pestaggi a liberi cittadini, provocazioni ai cortei pacifici, ed infine l’omicidio di Carlo Giuliani, un ragazzo di soli 23 anni. La democrazia è stata sospesa per permettere ai leader di difendersi da migliaia di attivisti arrivati da ogni parte, per difendersi da quella che è stata la più grande e partecipata organizzazione di opposizione al sistema capitalista al grido di ‘un mondo migliore è necessario’.” – commentano i Panda Clan.

Ashtrayconferma lo stile sperimentale ed eclettico della band. Il collettivo crea un sound composito e complesso, una commistione tra elettronica, pop e metal, dove le voci growl si fondono con le ritmiche trap all’interno di ambienti dark.

In questo brano i Panda Clan collaborano con Start a Riot, nuovo progetto di Sara Rojec “Riottosa” -cantante della metalcore band italiana Marry me in Vegas-, e con Aron Aquadrop Airaghi per l’arrangiamento.

Ashtray” è stata prodotta, mixata e masterizzata da Stefano Iascone al Crono Sound Factory di Vimodrone (Milano); testi e musica sono a cura di Panda Clan.

Il video ufficiale, con il montaggio di Endrit Muhametaj, segue l’allegoria del testo ed è un omaggio a Carlo Giuliani, il giovane che prese parte alle proteste del movimento no-global e che venne ucciso da un carabiniere durante la manifestazione.

 

BIOGRAFIA
PANDA CLAN è un progetto musicale e culturale nato a Milano, liberamente ispirato al pensiero di Noam Chomsky. Le tematiche trattate nei testi prendono forma quindi dall’osservazione della società capitalista. La scelta musicale è di unire qualunque genere senza particolari regole. Tuttavia la matrice rock ed elettronica è molto presente.  I componenti di Panda Clan hanno scelto di non divulgare la propria identità in antitesi con la bulimica necessità di esporsi che il genere umano vive in questa epoca storica. Il collettivo pubblicherà l’EP d’esordio dal titolo “Circumvention” il prossimo 28 settembre per la label spagnola Maldito Records / Primal Box edizioni. Quattro i singoli già estratti: “I Can’t Breathe”, “Claim”, “Mono” e “Ashtray“.
Label: Maldito Records
Editore: Primal Box, Tube Music
Ufficio stampa: Bagana
Booking: Tube Music
Management: Rollover Productions

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.