PAOLO AGOSTA, ALAIN PAGANI e AISLINN BOWERS – J&P

“J&P”, nuovo estratto dal progetto “Astor en clave Ostile” (Ostile Records/Belive Digital), che rivisita la grande musica di Astor Piazzolla attraverso la reinterpretazione di artisti del panorama pop e rock italiano. La canzone, che ricalca la magnifica “Jeanne y Paulle” del Maestro argentino, è stata scritta, arrangiata e interpretata da Paolo Agosta e Alain Pagani diversi anni fa e oggi si completa con la voce della giovane cantante Aislinn Bowers.

 La canzone è nata per caso Racconta Alain Pagani, titolare di Ostile Records e A. Pagani e produttore Vent’anni fa Paolo ed io abbiamo avuto quest’idea, una sera in studio di registrazione, prima come brano strumentale, con la sua ritmica morbida e la melodia soave. Poi, negli anni, è divenuta lo splendido brano che è ora e che trova in Aislinn la sua interprete ideale.

 “J&P” parla di sensazioni, di emozioni, una voce fuori campo che fa domande esistenziali al soggetto femminile del testo che riguardano la propria interiorità e il tempo che scorre ripetitivamente. Continua Paolo Agosta, produttore e musicista <<Il sapore noir del piano, il bandoneon di Astor, il ritmo latino che poggia su groove tribali ed elettronici, le chitarre classiche, gli hammond, le percussioni e le tre voci, disegnano un quadro ricco di colori caldi, intensi e accesi.

Il brano è stato prodotto tra il Bunker Home Studio di Milano e lo studio Nastronave di Como e fa parte del progetto “Astor en clave ostile”, lavoro che testimonia la fusione tra il mondo di Ostile Records, che negli anni ha prodotto tra gli altri L’Aura, Mistonocivo, Blastema e Casablanca, e quello di A. Pagani Edizioni Musicali & Discografiche, il publisher/label che sin dagli anni 70 ha realizzato alcuni dei più grandi successi di Astor Piazzolla, oggi di fama mondiale. Un momento artistico in cui passato e presente si fondono, attraverso gli interpreti più “impensabili”: L’Aura, Paolo Agosta, Matteo Casadei dei Blastema, Max Zanotti dei Casablanca, Tullio De Piscopo, Peter Soave, i Mistonocivo, il quartetto Espace Tempes (già vincitore del prestigioso Piazzolla Music Award), Alain Pagani e Aislinn Bowers, tutti impegnati a tradurre nella propria chiave la musica di Astor Piazzolla.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *