SALE – Una canzone

“Una Canzone”, il nuovo singolo di SALE.
Il brano è contenuto in “Un eterno inutile presente”
secondo lavoro discografico del giovane cantautore romano vincitore di LAZIOsound, dopo​ l’ottimo esordio con​ l’album “L’innocenza dentro me” finalista alle Targhe Tenco, al Premio Bindi e al Premio De André.

Come spiega SALE (nella vita Eugenio Saletti) “”Una Canzone”, brano scritto insieme alla mia amica Alice Caronna, parla di quanto può essere importante una canzone con tutte le sue potenzialità, anche emozionali. Ci siamo immaginati una storia d’amore agli sgoccioli che per essere salvata ha bisogno di una canzone, scritta da uno dei due partner, magari cantata sotto una finestra. Così, per scrivere la sceneggiatura del video, siamo partiti da questa idea e abbiamo pensato a una serenata sotto a un balcone. Con un finale inaspettato…”

Realizzato dal videomaker Gianluca Petruzzi, il video è girato a Roma nel quartiere Monteverde e ha come protagonisti i due giovani attori teatrali Agnese Desideri e Valerio Bucci.
Nel brano, cantato in coppia con la cantautrice Alice Caronna giovane talento della nuova scena romana, troviamo cinque grandi professionisti della musica che da anni affiancano SALE in studio e nei concerti: la coppia ritmica formata dal basso di Martina Bertini e la batteria di Filippo Schininà, Sergio Vitale alla tromba e flicorno, Seby Burgio al piano e tastiere e Stefano Saletti alla chitarra che del disco è anche produttore artistico. Con “Un eterno inutile presente” ​SALE continua il suo percorso artistico che attinge alla tradizione della canzone d’autore italiana, unita alla passione per il rock inglese e a sonorità elettroniche, evolvendo un’impostazione ricca di originalità.​ I testi raccontano le sensazioni, le incertezze, la voglia di cambiamento: “Viviamo un eterno presente perché non abbiamo quasi più memoria del passato e non riusciamo a immaginare un futuro”.“Un eterno inutile presente” è una produzione​di​​ Ikona Concerti e dell’etichetta discografica indipendente Materiali Sonori ​(che ne cura anche la distribuzione digitale e fisica), realizzata nell’ambito del programma LAZIOSound di GenerAzioni Giovani e finanziata dalle Politiche Giovanili della Regione Lazio e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per la Gioventù.

BIO​. Multistrumentista, 24 anni, SALE (nella vita Eugenio Saletti) suona chitarre, basso, piano, tastiere. Il suo precedente disco “L’innocenza dentro me” (pubblicato nel 2019 da Materiali Sonori) era entrato nella cinquina dei finalisti delle Targhe Tenco 2019come miglior esordio discografico. Nello stesso anno, SALE è stato anche finalista al Premio Bindi e al Premio De André. Giovanissimo, prende parte come attore e cantante al film tv per Rai Uno “Un matrimonio” diretto da Pupi Avati (2013), eseguendo diversi brani in scena e nella colonna sonora. Canta i brani della colonna sonora della miniserie tv “Mister Ignis. L’operaio che fondò un impero” andata in onda sempre su Rai Uno nel 2014. Dal 2015 partecipa attivamente al progetto internazionale della comunità di San Patrignano WeFree, effettuando dei laboratori di musica d’insieme realizzati nella sede della comunità.  Dal 2015 è chitarrista e cantante della formazione Caracas, gruppo fondato da Valerio Corzani e Stefano Saletti. Nel 2016 ha collaborato con la Banda Ikona, il gruppo di musica mediterranea diretto da Stefano Saletti, partecipando al tour di presentazione del nuovo disco “Soundcity”. Nel 2017 partecipa alla realizzazione del CD “Ghost Tracks” di Caracas (Materiali sonori), nei quali canta due brani, esibendosi in diversi festival nazionali e internazionali. E’ ideatore e conduttore radiofonico del programma “Music On” per la Web Radio – “Radio Rossellini”. Nel 2020 si è diplomato nella sezione “canzone”dell’Officina Pasolini, ​il ​laboratorio di Alta Formazione artistica, diretto da Tosca.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *