SARA VELARDO – Ubriachi di Dio

Sara Velardo, che ha di recente dato alle stampe il nuovo album “3” (per Adesiva Discografica di Paolo Iafelice), presenta oggi il primo video estratto, Ubriachi di Dio. La cantautrice calabra, già vincitrice del premio “Musica Contro le Mafie” per aver voluto denunciare apertamente la situazione degradata del suo paese di origine, Bagnara Calabra, ci racconta oggi il suo punto di vista su un’altra tematica scottante, la chiesa e l’amore.

“Ubriachi di Dio è una riflessione sulla spiritualità legata alla privazione di ogni legame affettivo terreno. I preti e le suore non sono anche loro esseri umani bisognosi d’amore? Amare ed essere amati da un’altra persona non potrebbe renderli più felici e quindi più vicini a Dio? L’amore verso un’altra persona esclude l’amore verso Dio? Penso ai preti che celebrano l’amore attraverso il sacramento del matrimonio ma passano la loro vita domestica in solitudine. Per quanto sia forte il potere della preghiera non posso pensare che non si sentano mai soli, che riescano ad annullare completamente il legame col proprio corpo.

Abbiamo deciso di non raccontare la storia attraverso il video, dal momento che il testo è abbastanza chiaro, e di approfittare invece dell’uscita del singolo per presentare la mia nuova dimensione sonora, con Andrea Viti al basso e Fabio Zago alla batteria. L’apporto di un professionista come Andrea è stato fondamentale per il disco, la sua bravura e la sua esperienza è tutta da sentire e Fabio, che mi accompagna dal vivo ormai da qualche anno, è diventato un elemento insostituibile.”

II video è stato realizzato da Giada Canu presso gli studi dell’etichetta Adesiva Discografica di Paolo Iafelice.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.