SCOGLI DI ZINCO – Dai meriggi ai fondali

Il quartetto maceratese mette la firma sul secondo ep con quattro brani. Mood malinconico e romantico che oscilla tra post rock e shoegaze ma non disdegna sguardi alle esperienze che furono care alle band dell’etichetta 4AD negli anni 80 (vedi Cocteau Twins o This Mortal Coil) ma che arrivano anche a suggestioni più attuali (Blonde Redhead). Un inizio incoraggiante.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.