SIMONE FRULIO – Sguardi

Sguardi, il singolo che Paolo Paltrinieri ha affidato alla voce del giovane cantante e autore milanese Simone Frulio. Il brano è una preziosa anteprima al disco previsto per il 15 novembre ormai prossimo. Sarà disponibile su tutte le piattaforme digitali di vendita e streaming, e in rotazione radiofonica.
Sguardi è per Simone la ciliegina sulla torta, un regalo speciale del suo nuovo produttore Paolo Paltrinieri che lavora con lui da due anni. Simone dichiara: “Un grande professionista che mi ha saputo ascoltare, rispettando quelli che erano i miei tempi e le mie modalità espressive, senza rinunciare ad arricchirle con il suo tocco. Lui si è preso a cuore non solo il mio progetto ma anche la mia persona”.
Simone Frulio, classe 1997, ha al suo attivo la partecipazione a tre edizioni del talent “Io Canto”, condotto da Gerry Scotti e, a soli sedici anni, ha partecipato alla settima edizione di XFactor nella squadra di Simona Ventura. “Dopo Io canto ho cercato la mia direzione: la scrittura è sempre stata parte di me. Da bambino le mie emozioni trovavano casa in poesie scarabocchiate su foglietti volanti disseminati ovunque, poi è arrivata la musica e sono diventate canzoni”.
Sguardi, scritta da Paolo Paltrinieri, è nata nel 1996, rimanendo nel cassetto fino al 2002, anno in cui doveva essere interpretata da un altro artista: probabilmente non era quello il suo destino.
Sguardi è una canzone che parla di un amore impossibile, come ce ne sono tanti. Un abbandono che lascia in “Un mare calmo che non riflette più”, implorando un’altra chance, anche se lei è già andata via e non tornerà.
Racconta Paolo Paltrinieri: “Questa canzone è rimasta in un cassetto fino a quando non ho ricevuto la telefonata di un caro amico che ho avuto la fortuna e l’onore di “scoprire” durante la produzione di un musical televisivo, anni prima, in Mediaset. Questo artista era Alex Baroni, il quale mi chiedeva di poter incidere Sguardi che era perfetta per la sua vocalità e il suo repertorio. Avremmo dovuto incontrarci per definirne i dettagli, quando ebbi la triste notizia che Alex non c’era più”. E prosegue: “Oggi sono onorato che Simone possa dar voce a questo brano e felice di fargliene dono in un momento così importante e significativo per la sua carriera”.
Simone Frulio commenta: “Quando Paltrinieri mi ha inviato una serie di brani da ascoltare, senza sapere chi fossero gli autori ne ho scelti tre, e mi ha colpito molto questo pezzo. Solo successivamente ho saputo che lo aveva scritto lui, e che era piaciuto ad Alex Baroni. Per me è un onore poterlo interpretare. Spero che faccia emozionare come ha emozionato me.”
Sguardi, tassello molto importante per il percorso artistico di Simone, è un simbolico regalo di viaggio: una scelta di cuore ad indicare il nuovo percorso tracciato da Simone che lo condurrà verso una maturità artistica che si svelerà il prossimo novembre con l’uscita del disco dal titolo Battito di mano.
Battito di mano altro non è che uno storytelling dei passi compiuti da Simone fino ad oggi. Nel suo bagaglio ci saranno le esperienze fatte, la passione che ha da sempre, l’entusiasmo, i sogni e la leggerezza dei suoi vent’anni.
Il suo essere neo Dottore da pochi giorni, con 110 e lode, regala a Simone un ottobre ricco di soddisfazioni.
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.