SPLINTERA – Anthem for Tony

Gli Splintera pubblicano il loro nuovo singolo “Anthem for Tony”. Il brano è una dedica al compianto Tony Sly, cantante dei No use for a name, band che ha fortemente influenzato il sound della formazione veronese.

Oltre ad omaggiare Sly, il brano è una dedica a tutti i ragazzi che si identificano nel punk rock californiano degli anni ’90.

Nel pezzo sono tante le citazioni dei gruppi di quella scena, con un mood più cadenzato e malinconico del solito, il tutto costruito attorno a linee vocali melodiche. La scrittura è frutto di una collaborazione tra il cantante Sisco ed un suo amico, il chitarrista Alessandro “Taxi” Tassoni. La prima stesura è rimasta “nel cassetto” per anni, trovando nuova linfa grazie al riarrangiamento da parte di tutti gli Splintera, che hanno saputo dare un tocco personale.

Il risultato finale è un singolo che unisce l’intento originale con suoni freschi ed energici, che ricalca insieme al videoclip ufficiale la volontà di rendere onore alla figura di Tony Sly, mostrando anche la personalità della band.
Gli Splintera vengono raffigurati là dove tutto ha inizio, ovvero la sala prove, con energia e spontaneità.

SPLINTERA

Gli Splintera si formano nel 2019 dall’unione di un gruppo di amici provenienti dalla scena underground veronese, tutti già attivi precedentemente con differenti esperienze musicali. La formazione, dopo qualche aggiustamento, comprende Mirko “Cape” Capellari al basso (già chitarra in round7 e Sin Circus), Andrea “Four” alla chitarra/voce (bassista nei Superhorror), Francisco “Sisco” Gasparini  alla voce (cantante anche per Mad Mariachis e Black Ocean Way), Francesco “Franco” Vantini chitarra/voce (già cantante e chitarrista nei White Socks) e Daniele “Pj” Poletto alla batteria (già nei Black Ocean Way).

Il sound del gruppo è di matrice punk rock californiana e prende la velocità, le melodie e l’immediatezza dell’hc melodico, senza disdegnare alcune virate nell’hardcore più potente ed urlato con testi personali con riflessioni sulla vita di tutti i giorni, prevalentemente cantati in inglese.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *