TERRY BLUE – Safe and clean

Già acclamati dal pubblico e dalle radio della natia Svizzera, premiati nel 2020 con il “Preis der Relevanz” di Lucerna per l’impegno sociale della loro musica, oggi Leo Pusterla e il suo collettivo Terry Blue sbarcano in Italia con Safe And Clean, singolo di anticipazione per il nuovo e doppio album Only To Be There, la cui uscita è già stata programmata dalla label bolognese Areasonica Records per l’inizio del 2021.

Nato nel 2013 come progetto solista del cantautore e compositore Leo Pusterla, Terry Blue non tarda a delineare la sua natura di collettivo, che con l’aggiunta di numerosi membri fra musicisti, sound designer, autori ed artisti visuali, crea fin da subito un fervido nucleo di menti creative, e insieme a loro un mondo artistico eterogeneo fatto di suoni, parole ed immagini.

Ben collocabile nella corrente new-folk e new-soul, la musica di Terry Blue mantiene salde le sue radici spiccatamente alt-folk di stampo dylaniano e coheniano, mentre delinea i suoi caratteri distintivi con i testi sempre di spessore e le interpretazioni vocali del fondatore Leo Pusterla.

TERRY BLUE – BIOGRAFIA

Terry Blue nasce in Svizzera nel 2013 come progetto solista del cantautore e compositore Leo Pusterla.
Dopo la pubblicazione di Like Burning Tree, il primo lavoro registrato con la collaborazione di Matteo Mazza, comincia a delinearsi l’idea del collettivo: non solo una band, ma un insieme di menti creative destinate a tracciare i contorni del mondo Terry Blue, fra suoni, parole ed immagini.
A Leo si uniscono infatti lo stesso Matteo Mazza alla batteria, Andrea Zinzi alla chitarra e Giuliano Ros al basso elettrico, li seguono poi Andrea Cosentino al sound design, mix e mastering, Martina Santurri alla cura del concept grafico e Eleonora Gioveni – il membro più recente del collettivo – con i suoi cori e gli interventi poetici.

Nel 2018 nasce quindi Even If This Winter Seems To Last Too Long il primo studio album di Terry Blue, un lavoro intenso e toccante che raccoglie le vicende di undici pazienti dell’Ospedale di Losanna e di una casa anziani nella quale Leo Pusterla ha lavorato come infermiere nel suo lungo soggiorno in Svizzera francese.
Terry Blue comincia così a farsi notare e a raccogliere largo consenso dal pubblico e dai media svizzeri, con numerose e serrate apparizioni nelle più importanti radio nazionali e sui palcoscenici di tutto il paese.

Nel 2019, dopo la conclusione del primo tour estero in Kosovo, il collettivo si mette al lavoro su un progetto ambizioso: è Only To Be There, doppio album che concentra in sé lo tutto lo spirito e il cuore della musica di Terry Blue.
Selezionati nello stesso anno per il prestigioso concorso internazionale “MyCoke Music Soundcheck” e premiati nel 2020 con il “Preis der Relevanz” di Lucerna per l’impegno sociale della loro musica, Leo Pusterla e compagni cominciano quindi ad affacciarsi sulla scena musicale italiana, vengono notati dalla label bolognese Areasonica Records e si preparano alla loro prima pubblicazione edita: nel novembre del 2020 arriva così sulle radio italiane Safe And Clean, singolo di anticipazione all’uscita del doppio album Only To Be There, già programmata per l’inizio del 2021.

LA LORO MUSICA

La musica di Terry Blue si inserisce nella corrente new-folk / new-soul e trae le sue principali ispirazioni da artisti come Ben Howard, Dermot Kennedy, Bon Iver e The 1975, partendo da una base radicalmente alt-folk di stampo dylaniano e coheniano.

CHI È TERRY BLUE

Leo Pusterla: Compositore, voce, chitarra acustica, chitarra elettrica, pianoforte, processing, sound design
Andrea Zinzi: Chitarra elettrica, chitarra acustica
Giuliano Ros: Basso elettrico
Matteo Mazza: Batteria, batterie elettroniche e percussioni
Eleonora Gioveni: Backing Vocals e interventi poetici
Andrea Cosentino: Sound Design, mix & mastering
Martina Santurri: Concept grafico

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.