TITO PAVAN – Il mare in fondo ai tuoi occhi

l mare in fondo ai tuoi occhi è il terzo singolo del cantautore padovano Tito Pavan, una ballata romantica dai toni gentili dove la caratteristica voce di Pavan duetta in simbiotica armonia con una chitarra elettrica dalle sfumature country blues.
Il mare in fondo ai tuoi occhi esce per SOYUZ Records il 20 Gennaio, e anticipa il nuovo album, di prossima uscita.

 

Come un gioco di specchi
sembra non finire mai.

“Di una persona siamo soliti ricordare l’aspetto, il carattere, la voce, i momenti passati insieme, a volte soprattutto gli occhi. Se poi ci soffermiamo a guardare bene gli occhi di qualcuno, da vicino e con attenzione, si può aprire un mondo intero. La profondità dei colori, i riflessi, la luce, le sfumature raccontano o lasciano intuire più di quanto appaia a prima vista.
Il mare in fondo ai tuoi occhi può essere meraviglioso, pericoloso, suggestivo, struggente. Perché il mare non è solo superficie, ma anche profondità, un vero mondo sommerso.
Ci possiamo trovare di tutto: talvolta ci si può perdere, talvolta addirittura… annegare!”

Tito Pavan è musicista, fonico, speaker, attore, regista e formatore. Polistrumentista e da sempre appassionato al rapporto musica/letteratura, scrive canzoni in stile cantautoriale spaziando tra vari generi. Suona in diverse formazioni (Swing Blazz, Lato Passeggero, Lake District e altri). Produce e interpreta anche spettacoli teatrali originali, privilegiando sempre l’interscambio di stili e collaborando con diversi musicisti. Forte di notevoli esperienze con artisti nazionali ed internazionali, è costantemente al lavoro su vari fronti, fra i quali la formazione: sia per l’attore (lettura espressiva, voce, recitazione) che per il musicista (strumento, tecnica del suono).

CREDITS
Testo, musica e arrangiamento di Tito Pavan
Suonato, registrato e mixato da Tito Pavan
Mastering di Max Trisotto
Cover di Tito Pavan
Video di Tito Pavan e Ilaria Tomasi

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *