WARMHOUSE – 1984

1984 è il primo singolo dell’omonimo EP d’esordio dei Warmhouse, in uscita a fine maggio.
Ve lo presentiamo nell’inedita veste data dal videoclip ufficiale, documento visivo della fase storica attuale e chiave di lettura del brano stesso.
Soli non si è mai veramente. E stare in casa, esserne costretti, non significa smettere di cercare. Si è agitati dai soliti pungoli, dalle domande che fanno abbassare lo sguardo, quelle più vicine alla carne. Il silenzio per una volta è fuori, nelle strade. Nel segreto, nel chiuso delle proprie stanze, si continua a lottare. Ricercare la purezza, la verità, il canone, l’identità, rassomigliare ai propri ideali, specchiarsi nell’opposto, incrociarne lo sguardo.
La passione è una lotta, è fatta di fango e splendore. Amore è forse passare per la cruna di un ago, incontrare l’altro, incontrare se stessi, cadere, farsi a pezzi e poi risalire. Anche al fondo di una ferita ci puoi stare, guarire la mancanza, dare con gli occhi un nome.
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.