ZIDIMA – Buona sopravvivenza

phpThumb_generated_thumbnailjpg

Granitico secondo album per la band lombarda che non lesina sferzate chitarristiche potenti, ritmiche rocciose e liriche altrettanto prive di compromessi. I riferimenti più evidenti sono Massimo Volume e Wu Ming Contingent ma non mancano l’abrasione sonora dei Marlene Kuntz e certe atmosfere che spaziano tra grunge, stoner e addirittura Metallica. Un buon lavoro, decisamente non facile all’ascolto ma di alata qualità espressiva e compositiva.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.