I COLONNELLI – Interceptor

INTERCEPTOR” il nuovo singolo della metal band toscana COLONNELLI. Anticipato da “Federico Io Ti Ammazzerò”, il brano è il secondo estratto da “Iniezione Meccanica Continua”, nuovo e terzo lavoro in studio della band in uscita il prossimo 12 novembre 2021.

Interceptor” è disponibile in digitale su tutte le maggiori piattaforme streaming e digital download. Online su YouTube il video ufficiale del brano.

Un quarto di miglio e poi si muore 

Che dentro lo sai, io so bene chi sei
Sputa fuoco e benzina in combustione”

Una roboante esplosione di energia che ci catapulta nel mondo della velocità, delle corse d’auto, dell’adrenalina e dell’odore di benzina. “Interceptor” presenta in maniera impeccabile il nuovo lavoro in studio dei COLONNELLI, il cui concept gravita attorno al mondo dei motori e della velocità.

Questo brano cerca di descrivere la paure, le sensazioni, i pensieri e le emozioni di un pilota, proprio nel momento cruciale: quello della partenza” – commenta la band – “Quando si accendono i semafori e si sta per dare il via alla gara, quando l’adrenalina si impossessa del tuo corpo e della tua mente: ‘Dio proteggi il mio volante, qui da lei all’eternità’.” 

Interceptor” celebra la linea narrativa del disco prendendo spunto dal mondo delle competizioni motoristiche Americane di metà anni 50’, le stesse descritte in brani come “Racing in the Street” di Bruce Springsteen o in film come “American Graffiti” e “Strada a doppia corsia“. L’ispirazione cinematografica è forte in questo album: il singolo infatti prende in prestito il nome in parte dalla famosa saga Mad Max.

Un sound irruento, travolgente e decisamente energico: “Interceptor” gioca intorno a numerosi cambi di tempo e bpm, con chitarre taglienti e ritmi impetuosi, generando diverse atmosfere sonore. Dall’incedere granitico e con frenetiche virate verso il thrash metal, il brano mantiene un sound moderno e ricercato, con richiami a band come Mastodon e Gojira.

I Colonnelli omaggiano qui Nick Cave citando nel testo il titolo del suo primo album solista, “From her to the eternity“. La linea dietro al brano ed al suo immaginario si ispira a “Born to Run” di Bruce Springsteen.

Interceptor”  è stato registrato, mixato e masterizzato da Andrea Deckard (all’anagrafe Alunno Minciotti) presso lo studio The Shining Audio di Grosseto. Il testo è ad opera di Leo Colonnelli (chitarra e voce), arrangiato in coppia con Bernardo Grillo (batteria) e infine lavorato in studio da Andrea Deckard (basso).

L’artwork è a cura di Vittoria Figuccia e ritrae l’esplosione di un Dragster intento nella sua folle corsa durante “il quarto di miglio”. Il video ufficiale è stato filmato presso l’officina meccanica della squadra “Scuderia costa Ovest” di Viareggio, da Carlo Settembrini ed Enrico Frati.

All’interno del video si vedono spezzoni di corse, gare e incidenti automobilistici e motociclistici. Le immagini, tutte prese da filmati storici di repertorio, non sono state montate a caso. Ripercorrono infatti alcuni tra i momenti più importanti, esaltanti e tragici della storia del motorsport, volendo così di fatto far diventare il video stesso come una sorta di omaggio nei confronti di tutti quegli uomini che con le loro incredibili gesta hanno reso importante e leggendario questo sport. Piloti ed eroi.” commentano i Colonnelli.

 

 I COLONNELLI sono:
Leonardo Colonnelli – voce e chitarra
Andrea Deckard – basso
Bernardo Grillo – batteria
BIOGRAFIA

I Colonnelli si formano nel 2013 nella provincia di Grosseto da un’iniziativa di Leonardo Colonnelli (voce e chitarra), Andrea Deckard (basso) e Bernardo Grillo (batteria). Il trio definisce sin da subito il proprio stile concentrandosi intorno alle strutture e alle sonorità metal, arricchite da stili musicali come il thrash, sperimentando l’adattamento del suono alla lingua italiana sposando un’attitudine moderna all’idea di metal. Nel 2013 autoproducono “Circo Massacro”, il primo EP, con cui ottengono il primo contratto discografico con Resisto Distribuzione. Da qui pubblicheranno con l’etichetta i due successivi lavori “Verrà la morte a avrà i tuoi occhi” (2015) e “Come Dio Comanda” (2018). Nel corso degli anni la band pubblica singoli e video che porteranno la formazione ad arrivare tra i finalisti del contest Wacken Open Air nel 2016, e in apertura a concerti di  Strana Officina, In.si.dia, Necrodeath, Nanowar of steel tra gli altri. La band richiama le attenzioni dei  Marlene Kuntz che decidono di proiettare in una delle loro date la cover di Festa mesta, brano storico contenuto nel disco capolavoro dei cuneesi “Catartica” completamente rivisitato dai Colonnelli e di un altro brano dal titolo “V.m.18”. Nei mesi di pandemia la band torna in studio a lavoro sul terzo album dal titolo “Iniezione Meccanica continua” in uscita il prossimo 12 novembre 2021. La band pubblica il primo singolo “Federico Io Ti Ammazzerò” il 9 luglio 2021 e il secondo, “Interceptor” a settembre 2021

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *