ASSALTI FRONTALI – Piazza Indipendenza

A un anno dall’uscita di “Mille Gruppi Avanzano”, il nono album, “Piazza Indipendenza” apre una nuova stagione del gruppo che annuncia l’intenzione di far uscire singoli inediti a breve scadenza per i prossimi mesi, come si usava alle origini, a volte in versione mixtape (come questo), a volte con produzioni proprie.

CREDITI DEL VIDEO

Regia e riprese: Valerio Nicolosi

In collaborazione con Daniele Napolitano

Montaggio: Valerio Nicolosi

Backstage: Lorenzo Pierno, Alessandro Mura, Alberto Dall’olio

Testo e rap: Militant A

Soul Voice ritornello: Pol G

Base: un classico dell’hip hop (Summer breeze, vento dell’estate), con pianoforte e synth addizionale suonato da Stefano Vicarelli componente del gruppo “La batteria” – Mixato da Bonnot

Da oltre venticinque anni ASSALTI FRONTALI è sinonimo di rap, di rime dure e pure come diamanti, poetiche e limpide ma soprattutto mai banali. Nel 1991, con “Batti il tuo tempo”, furono tra i primissimi a cantare in italiano; da allora, una lunga carriera fatta di successi e migliaia di fan.

In un momento in cui il rap ha un grande successo commerciale in Italia, la vecchia scuola Assalti è sempre sul pezzo e non ha mai lasciato la strada (da trent’anni), con una grande e incessante attività live, e con la lirica di strada di Militant A e Pol G che parla di realtà in modo forte e vero.

Location e ringraziamenti del video:

– Piazza indipendenza durante lo sgombero e la battaglia del 19-24 agosto 2017 (immagini originali riprese in diretta da Daniele Napolitano)

– Piazza indipendenza oggi davanti allo stabile vuoto dopo 4 mesi

– Baobab Experience, Piazzale Maslax, Via Charamonte, centro d’accoglienza autogestito per migranti in transito. Amore e rispetto per voi siete super

– Metropoliz – Occupazione abitativa via Prenestina 913 – daje sempre a tutti – amore per BPM e Popica

– Il mare e la spiaggia di Ostia – grazie a Diego Giannella

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.