AZZURRA – Guarda Monet

“GUARDA MONET”, il nuovo singolo di Azzurra Sorgentone, in arte AZZURRA.
Un’esplosione di energia, ritmo e immagini colorate: “GUARDA MONET”, ultimo brano di AZZURRA, è esattamente questo. Con un beat disco, suoni sgargianti e sonorità decisamente internazionali, le strofe del testo si susseguono in maniera rapida come fossero pennellate su una tela e dipingono ferite autobiografiche. Nel ritornello arriva il senso di rinascita: le cicatrici diventano dorate, pezzi di vita che, visti da lontano, aiutano a ritrovarsi interi. A volte bisogna allontanarsi da certe situazioni per capirne il senso e farsene una ragione.
Spiega l’autrice a proposito del suo nuovo brano: «“Guarda Monet” rappresenta per me una canzone di rinascita. Per rinascere mi sono prima fatta a pezzi. È come se mi trovassi di fronte ad un quadro impressionista che da vicino può sembrare una serie di schizzi di colore, di contorni indefiniti. Tuttavia, basta allontanarsi alla giusta distanza per cogliere la realtà in tutte le sue sfaccettature, impossibile da vedere quando vi si è troppo immersi. Credo che a volte il caos sia necessario per ritrovarsi».
Il videoclip ufficiale di “Guarda Monet”, diretto da Nicola Corradino, include una sequenza di immagini dai colori sgarcianti che contornano e al contempo contrastano la componente testuale autobiografica.
Biografia
Azzurra Sorgentone, in arte Azzurra, è una cantautrice e cantante teramana, classe 1993. Come interprete ha partecipato a diversi concorsi nazionali classificandosi sempre ai primi posti ( Festival di Castrocaro, Premio Alex Baroni). Come cantautrice esordisce con il singolo “Brava”, con il quale è arrivata finalista al Premio Pigro e al Tour Music Fest con giuria finale Mogol. La canzone presenta delle sonorità electrofunky ed è stato prodotto da Simone Capurro, (produttore doppio platino), con il quale continua a collaborare. Come secondo singolo, Azzurra presenta “Guarda Monet”: sonorità anni ’80 combinate con melodie e generi contemporanei. Il testo ha un sapore autobiografico ma ricco di immagini in cui tutti potrebbero trovare un proprio pezzo di vita. Il brano sarà disponibile in rotazione radiofonica dal 7 agosto.
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.