BANDAZZ – Incantevolmente

Il dolce canto della nostalgia
Dal 6 dicembre sarà in rotazione radiofonica “Incantevolmente” (Savalla Records), il nuovo singolo di BandazZ, disponibile sulle piattaforme digitali dallo scorso 29 novembre.
Registrata tra Roma, Parigi e Rio de Janeiro, “Incantevolmente” è una canzone pensata per far da ponte non solo tra due lingue – è infatti cantata in italiano e in portoghese, così come quasi tutti gli inediti di BandazZ -, ma anche tra due culture che condividono la dimensione della nostalgia. Quest’ultima si pone infatti come tematica centrale del brano, assumendo i connotati di una condizione non solo umana, ma anche musicale.
«”Incantevolmente” è la saudade dello sguardo oltre il mare, la nostalgia e il desiderio di un ritorno quando è già tempo di andar via – commenta la band – c’è un tempo per ogni cosa: anche per ritrovarsi, per riscoprirsi, così la tristezza si fa tenerezza e arriva a chi ascolta una storia che sa di felicità».
Il videoclip di “Incantevolmente”, diretto da Ermete Ricci e Spencer Bambrough, vede protagonista un giovane ragazzo che, durante un allenamento solitario in un campo da basket, ripercorre mentalmente i ricordi legati a un amore ormai finito; i flashback del protagonista sono accompagnati dalle immagini delle onde che si infrangono sulla costa di Marsiglia e dalle note agrodolci della canzone.
Biografia
Il progetto BandazZ nasce dalla volontà del cantante e autore Max Lantieri, musicante clandestino, come ama definirsi, che fa il suo esordio con un album dedicato al Brasile e a uno dei suoi generi musicali più conosciuti e amati, la Bossa Nova. Avvalendosi della preziosa collaborazione del chitarrista Theo Salvitti, riunisce a sé un gruppo di talentuosi musicisti del panorama jazz romano, per registrare live in studio l’album “Bossa in a jazzy dress”, che viene pubblicato il 26 giugno 2018 dall’etichetta brasiliana Savalla Records (finalista del Prêmio Profissionais da Música 2019). Da questa prima esperienza discografica e dalla collaborazione con il produttore e Ingegnere del suono, Carlos Savalla, nasce l’idea di replicare il progetto per rendere omaggio anche alla grande musica italiana di tutti i tempi, nello stile di BandazZ. Al duo Lantieri-Salvitti si unisce la giovane cantante Beatrice De Dominicis già messasi in luce nelle ultime edizioni di Edicola Fiore e Domenica in, e con all’attivo un primo singolo autoriale “Storia d’Inverno”, pubblicato da Savalla Records lo scorso settembre. Sospesi tra due mari, due lingue, due culture musicali che tentano di incontrarsi per contaminarsi, questo è il tratto che caratterizza il percorso della band che sta ultimando dopo oltre due anni di lavoro il primo progetto autoriale, dal titolo “Sonhos: il viaggio, il sogno e la poesia”, la cui uscita è stata anticipata dal singolo bilingue “Encantadoramente”, registrato a San Paolo in versione acustica per il progetto Registros della Savalla Records, e dall’anteprima video di un brano ancora inedito “Acalanto e Cafunè”, dedicato al grande scrittore brasiliano Jorge Amado. Il videoclip è stato presentato in anteprima al Flipelô -Festival internazionale della Letteratura- a Salvador da Bahia. L’8 marzo 2019 la band ha presentato “Legata a un granello di sabbia”, una versione speciale arrangiata in Bossa Nova del celebre brano scritto da Nico Fidenco e Gianni Marchetti, per tornare a giugno con il singolo SAMBARAVÁ con la B-side “Tu sei così“, omaggio a Fred Bongusto, e a settembre con il nuovo singolo Beijinhos à beira-mar”.
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.