BJRG – Skin deep

 

Progetto di sola voce. Tutto l’album, come i live, sono fatti di sola voce. Un lavoro (il suo secondo album) molto interessante, particolare, sperimentale ma non per questo di difficile fruibilità, anzi. L’ascolto è sempre piacevole e intrigante, avvolgente e sospeso.  Il concept di questo album è la pelle: Ogni titolo è una parola presa dal brano precedente che viene sviscerata all’interno della canzone successiva. I nove titoli delle nove canzoni di questo LP formano infine una frase: “out in the flesh nothing but skin is unseen firework”. Lavoro unico.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.