BARDOMAGNO – La cintura di castità

“La cintura di castità
La tua dama lieta sarà
Fino al tu’ ritorno pura e casta resterà”

State cercando idee, spunti, suggerimenti per il regalo perfetto di San Valentino da fare alla vostra bella? I BardoMagno accorrono in aiuto dell’uomo che pensa alla sua donna proponendo la tanto desiderata “cintura di castità”.

Il brano parla del dono di San Valentino desiderato da ogne donna dal 476 d.C in poi: la cintura di castità. Qual miglior dono per incentivare la propria dama alla castità? Qual miglior dono per potersi proteggere dalle scorribande perpetrate da demoniaci idraulici e postini che vengono a bussare peccaminosamente all’uscio con intenzioni fornicatrici? Qual miglior dono per potersi felicemente dedicare alle pugna, senza pensieri o preoccupazioni? Come bardi imperiali, abbiamo scritto questa canzone per chi, nel 2021 crede ancora che la risposta a queste domande sia “un fiore” e non, appunto una “cintura di castità“.

Dalle sonorità medieval folk pop tipiche della band ‘d’altri tempi’, con maestosi flauti e allegre cornamuse, “LA CINTURA DI CASTITÀ” vanta la collaborazione di Nicoletta Rosellini (Kalidia). Ad accompagnar la pulzella, i cittern/bouzouki del Gran Calippo d’Oriente (Maurizio Cardullo), le funamboliche ritmiche di Fra’ Casso da Montalcino (Edoardo Sala) e la gozzovigliante voce et chitarra di Abdul il Bardo (Valerio Storch a.k.a Mohammed Abdul). Il tutto musicato appositamente per immergersi nella nuova modernità medievale Made in Aquisgrana.

LA CINTURA DI CASTITÀ” è stata registrata e mixata al Crono Sound Factory di Vimodrone (Milano), masterizzata all’Eleven Mastering Studio da Andrea “Bernie” De Bernardi.

L’artwork è ad opera di Carlo Alberto Fiaschi (in arte Potowotominimak), voce dei Nanowar of Steel; il lyric video è prodotto da Enrico Tribuzio in collaborazione con Feudalesimo e Libertà, con “immagini di repertorio prese da eventi realmente accaduti nel medioevo, da chi era sul posto!“.


BIOGRAFIA
BardoMagno è il progetto musicale di Feudalesimo e Libertà. “BardoMagno ha lo scopo di riunire in un’unica schiera – quella dello Sacro Romano Impero – le più brillanti menti dello mondo musicale et goliardico, guidate spiritualmente et musicalmente dallo prode Abdul “Il Bardo”, storico chitarrista dei Nanowar of Steel.” Ad Aprile del 2019 esce il loro album di debutto “VOL. I”, in collaborazione con la Black Dingo production, che raccoglie, accanto a brani inediti, reinterpretazioni in chiave satirica dei  brani più noti della tradizione musicale italiana. “Servendo et seguitando li ideali dello sistema feudale, BardoMagno è la diretta espressione della voce de lo Imperatore fatta in musica, cosicché ‘financo lo più analfabeta delli villici possa istruirsi via auricolae allo soave et rassicurante pugno di ferro imperiale’”. BardoMagno pubblica il suo nuovo singolo “La Cintura di Castità” il 14 febbraio 2021.

La community di Feudalesimo e Libertà nasce su Facebook nel Dicembre 2012 e conta ad oggi circa 650.000 followers, tra appassionati di storia, videogames e fumetto, rappresentando la più grande community sul Medioevo d’Italia. Nata in occasione delle elezioni politiche del 2012, Feudalesimo e Libertà ha fin da subito avuto grande successo per aver introdotto un nuovo modo di fare satira e umorismo sul web: fingersi un finto partito politico che propone soluzioni feudali – spesso contraddittorie e volutamente enfatizzate – a problematiche odierne. Un grande gioco di ruolo nel quale i “sodali” di FEL vengono quotidianamente coinvolti grazie all’utilizzo dell’ormai tipico linguaggio “neo-volgare”, e all’universo dove i cliché tipici del “medioevo” vengono valorizzati per evidenziare gli eccessi e le incongruenze politiche o di costume dei nostri tempi. Feudalesimo e Libertà può vantare un pubblico particolarmente affiatato e affezionato al brand, tanto da consentire di vincere per due anni consecutivi (2016 e 2017) il premio per la Miglior Community e come Miglior Pagina Facebook (2013) ai Macchianera Awards, gli “Oscar della Rete” italiani. Fuori dai social, FEL raccoglie una larga platea di affezionati che partecipa alle attività lungo tutto il territorio italiano: dal raduno di FEL a Milano (2000 ingressi paganti), all’Etna Comics di Catania, passando per Padova, Bologna, Lucca, Napoli e diverse città in cui vengono proposte festival del gioco e del fumetto.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.