BRICKLANE – Porta Nuova

Porta Nuova è il primo singolo in italiano della band genovese. Il vocalist Milazzi: “Il primo di una serie, presto il nuovo album”. Il video della canzone è realizzato con la tecnica delle “Instagram Stories”

 Anno nuovo e cambio di registro per i Bricklane, band genovese di influenze indie-britpop, che con il loro nuovo singolo “Porta Nuova” si cimentano per la prima volta con la lingua italiana. La canzone, scritta dal vocalist Matteo Milazzi in collaborazione con il bassista Gabriele Pallanca (produzione artistica di Genova Records e registrata presso El Fish Recording Studio), è un’anticipazione del prossimo album del gruppo, che sarà realizzato interamente in italiano.

 “L’idea ci balenava nella testa da parecchio tempo”, rivela Milazzi, “d’altronde siamo italiani, perché nasconderci dietro a testi ‘anglosassoni’, che, per richiamare un luogo comune, fanno sembrare ‘figo’ anche il più banale dei concetti? All’inizio tentennavamo, ora stiamo sfornando nuovi brani uno dietro l’altro, al punto che presto arriverà l’album”.

 A dire il vero, i Bricklane avevano già rilasciato una cover in italiano: si tratta di un riarrangiamento della splendida “Canzone per un’amica (in memoria di S.F.)” di Francesco Guccini. Ma ora arriveranno i brani originali.

 Il video di Porta Nuova è stato girato con la tecnica delle “Instagram Stories” e ha come attrice protagonista/regista la fotografa Elena Grandi, con il montaggio di Monica Pallanca.

Nati nel 2009 a Genova, i Bricklane si distinguono per sonorità indie-pop con richiami al britpop. Hanno pubblicato alcuni singoli due album in lingua inglese (l’ultimo in ordine di tempo è Dropped Cinema Popcorn, disponibile su Spotify). La formazione attuale comprende Matteo Milazzi (chitarra, synth, voce), Eugenio Ruocco (batteria, percussioni, cori), Gabriele Pallanca (basso, chitarre, synth, cori), Alfredo Cantelli (chitarra).

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *