BRIGHT LIGHTS APART – Fooled

Tornano i Bright Lights Apart con il nuovo singolo “Fooled“, il secondo con Sorry Mom!

Il protagonista del brano scritto dalla band di Rovigo si sente ingannato.
Ha quella sensazione che si prova quando ci si rende conto cheper tutta la vita si ha lottato per obiettivi falsi, per uno stile divita che è stato imposto ma che è totalmente disconnesso conciò che si è veramente.
Talmente imposto da dimenticare la nostra vera identità. Daqui la volontà di rompere questo loop, distruggere le sovrastrutturee far emergere il vero io.
Le sonorità fortemente rock della canzone non nascondono, anzi, enfatizzano, questa sensazione di rabbia e frustrazione e il ritornello rafforza un testo già fortemente marcato.
Nel videoclip che accompagna il pezzo, questa “rabbia” viene trasmessa tramite le immagini: fotogrammi della band si alternano a quelli della protagonist., che con il suo atteggiamento lascia intendere frustrazione e bisogno di fuggire.

BRIGHT LIGHTS APART 

Nati come un progetto solista di Miles.t nel 2014, i Bright Lights Apart compaiono sulle scene nel 2014 con il demo “Something About the Troubles”, registrato in un casolare disperso nella campagna polesana.
La formazione si trasforma in una vera band quando la line-up viene completata con Mimmo alla batteria e Toma al basso, oltre che con la collaborazione artistica di Slug, che si occupa della parte elettronica.
Il primo album “As Everything Falls Apart” del 2016 accomuna infatti la parte rock della band a campionatori, synth e loop ritmici. Nello stesso periodo iniziano ad arrivare i primi palchi.
Il singolo “A world Set on Fire” svela l’ammirazione della band per i Nine Inch Nails e segna l’uscita della sezione ritmica iniziale dalla band.
“Post Utopia Soundscapes” del 2019 è figlio di una fase più sperimentale, con l’aggiunta di Dave a occuparsi delle chitarre.
Il periodo legato al covid-19 vede un arresto da parte della band, che mentre aspetta il ritorno alle scene scrive materiale più legato alla dimensione live band.
Il singolo che segna il ritorno dei Bright Lights Apart a sonorità più fedeli alle origini è “The Apologies List”, che vede la luce nella prima metà del 2022, seguito da “Fooled” nell’estate dello stesso anno.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *