DELEA – Scegli te

Produzione audio e video: MaBa Studio

Mix e Mastering: Bill Hare Production

Testo e Musica: Chiara Atzeni
Chitarre: Chiara Atzeni, Matteo Cerboncini
Basso: Edoardo Lattes
Batteria: Luca Moretti

Scegli te è una sorta di lettera che scriverei ad una figlia femmina, mettendola in guardia da quello che la società vorrà da lei in quanto donna.

Nasce da un’esperienza personale, ossia l’arrivo di un figlio, che porta con se una miriade di conseguenze. Nell’immaginario comune la donna smette di esistere come persona a sé ma esiste solo in funzione di qualcun altro, quasi fosse un involucro; da una donna ci si aspetta che sappia rinunciare in silenzio perché così è sempre stato; se una donna prova a conciliare la propria vita con l’essere madre inizia un pressante giudizio, spesso negativo.

Apparentemente il mondo è cambiato, ma la realtà è che per ottenere le stesse possibilità degli uomini le donne devono sempre lottare e, paradossalmente, spesso contro le stesse donne.

Il messaggio che vorrei passare è che questa differenza è superabile se ogni donna agisce con piccole azioni nel suo quotidiano. Occorre non fermarsi al vittimismo, prendere coscienza delle proprie azioni, essere pronti alle critiche, andare oltre le aspettative degli altri.

Tutto questo non è facile e a volte può sembrare una pazzia, ma è l’unica strada per scegliere cosa essere.

Scegli te è un pezzo duro ma propositivo; scritto da una donna per le donne ma non solo, in fondo tutti abbiamo la possibilità di scegliere qualcosa.

Il brano è stato presentato al Premio Max Parodi 2018 vincendo il primo posto.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.