TXD SMOOK – L’apice dell’essenza

MUSICHE:

Massimo venusti : chitarra ritmica
Antonio Murgia : chitarra solista
Vittorio Salis : Basso
Giuseppe Pinna Voci

VIDEO REALIZZATO DAI TXD SMOOK

“Come sapete trovare un tema accattivante e misterioso per una canzone non è semplice e per questo motivo vi sveleremo il significato di “L’apice dell’essenza”.

Per Aristotele “L’essenza” era la possibilità che ha un essere nel tradurre la sua vita potenziale in vita attuale, in esistenza, nel  migliorare la materia rozza che lo compone facendole assumere forma sempre più elevata .

Per far si che si arrivi all’apice dell’essenza bisogna avere un obiettivo o uno scopo ma non risulterà mai semplice anzi e sempre una lotta contro se stessi.

Nel nostro caso mettiamo in gioco l’immaginazione e prendiamo come riferimento un personaggio che cerca in tutti i modi di arrivare all’apice dell’essenza e giocando un pò con il testo vi faremo credere che il suo sia un viaggio immaginario tra i pianeti per trovare l’amore..

Il primo viaggio che intraprende il personaggio e sull’orbita di Giove ma, non per caso , il nostro gigantesco vicino in astrologia ha dei legami fortissimi sul nostro carattere, esso è associato al principio della crescita, dell’espansione, della prosperità e della buona sorte, così come al senso interiore di giustizia di una persona, alla moralità e ai suoi più alti intenti e ideali.

Governa i lunghi viaggi, la mente superiore, la religione, la filosofia e inoltre associato ad una propensione alla libertà e all’esplorazione e con la capacità di rendere allegri e felici.

Per tale motivo il personaggio passa nell’orbita di Giove ei il suo primo passo è trovare la felicità per arrivare all’apice dell’essenza ma allo stesso tempo non può arrivare all’apice dell’essenza senza trovare l’amore.

Il personaggio intraprende il secondo viaggio passando nell’orbita del Sole che in astrologia indica la parte virile di ognuno di noi ed è il modo di affrontare il mondo, la realtà, creatività e l’aggressività.

Sono le caratteristiche basilari che bisogna avere per arrivare ad un obiettivo nel momento del bisogno, quando ogni cosa sembra persa, l’aggressività, la voglia o nel nostro caso la luce sono i principali fattori che determinano il successo.

L’ultimo passaggio del nostro personaggio è il pianeta Marte che, per chi non lo sapesse, è il pianeta della passione.

Fin dall’antichità è stato uno dei pianeti più menzionati; pensate che gli astronomi Babilonesi lo nominavano Nergal, la loro divinità del fuoco che in astrologia moderna viene riconosciuta come pianeta dall’identità prevalentemente maschile, pur essendo mosso dall’inconscio può portare a «reagire» più che ad «agire».

La sua energia può essere sia costruttiva che distruttiva, molto dipende dagli incroci che forma con gli altri pianeti. Bisogna capire che il suo modo di agire è legato al nostro istinto di sopravvivenza e quindi se andiamo a guardarlo senza pregiudizi, comprendiamo che ha un’azione benefica in noi perché ci salva da un attacco esterno e stimola quella reazione necessaria a non soccombere.

In questo passaggio il nostro protagonista si ritrova ad affrontare una caduta che condiziona il suo scopo ed è li che poniamo il quesito.

Nel terzo pianeta che chiediamo se bisogna mollare o reagire, nel nostro caso apriamo una porta all’ascoltatore del brano con la domanda ci riuscirà o non ci riuscirà?

A volte scrivere un testo sembra facile, citare qualcosa che non è stato citato da altri artisti può sembrare qualcosa inserita a casaccio perchè troppo difficile da comprendere o troppo sintetico da esprimere ma sintetizzando la nostra espressione  abbiamo celato il nostro significato che tal volta deve rimanere nascosto per dare un pò di suspance.

Il nostro pseudo personaggio determina il significato “dell’apice dell’essenza” nell’amore intraprendendo un viaggio planetario nel raggiungimento del suo obiettivo.

La forza opposta è la sua mente che delimita il suo percorso in un giro di domande (dove sei ? Cosa fai?).

In questo viaggio alla ricerca della felicità (Giove) il personaggio cade, soffre si allontana  dalla realtà, dal suo stesso obiettivo, dalla luce (Sole) ma grazie al cielo ha la forza di reagire (Marte) per rimettersi in sesto e continuare a lottare ed intraprendere il lungo viaggio verso “L’apice dell’essenza”.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.