DITONELLAPIAGA – Spreco di potenziale

Spreco di potenziale, il video del nuovo singolo di Ditonellapiaga, uscito il 5 febbraio per Dischi Belli/BMG Italy, terzo estratto dall’album di esordio della giovanissima artista romana, in arrivo nel 2021.

Diretto da Federico Cangianiello, un video notturno e metropolitano, scenario ideale per raccontare la fine di una storia d’amore fondata su aspettative irrealizzabili. Immerso in una malinconia rarefatta, il video è una passeggiata senza meta per le vie della città che cattura lo sguardo, catalizzato dai primi piani e dai movimenti rallentati con cui Ditonellapiaga, all’anagrafe Margherita Carducci, scandisce quelle parole che mettono il punto a una relazione.

È un tempo dilatato che in alcuni momenti cambia ritmo per lasciare che esploda un refrain difficile da dimenticare, di quelli che si cantano sotto la doccia anche nelle nostre giornate più solari, schioccando le dita e lasciando che le gambe seguano il ritmo. Perché Spreco di potenziale è una pallina da ping pong che rimbalza fra sentimenti opposti, l’amarezza per una storia che finisce e la serenità che arriva dopo la liberazione, quasi un primo segno della voglia di ricominciare.

Ma è pur sempre un video per dire addio e fino all’ultimo lo sguardo rimane incollato su Margherita, come a voler stare con lei fino alla fine, prima che torni a dissolversi nella solitudine urbana, prima che diventi un punto all’orizzonte sfuocato fra le luci indifferenti della città.

Dopo aver trasportato i Matia Bazar in un club londinese con la sua versione ipnotica di Per un’ora d’amore, e dopo aver celebrato, fra sonorità elettroniche e ritmi dance, il desidero rimosso e la libido dimenticata dell’epoca pandemica nel singolo successivo Morphina, Ditonellapiaga mostra adesso il suo aspetto più intimo e personale. E se la dimensione intima del testo avvicina Ditonellapiaga ai territori dell’indie-pop nostrano, il sound firmato dal duo romano bbprod e una voce che sembra librarsi in volo sono gli elementi che la catapultano dentro un orizzonte che ha il respiro del grande pop internazionale.

Bio

Margherita Carducci, in arte Ditonellapiaga, classe 1997, romana.

Ditonellapiaga è un’artista dalla personalità fluida con l’urgenza di raccontare le mille sfaccettature della propria identità, spesso solare e piena di entusiasmo, a volte nevrotica, a tratti malinconica. Ironica e istrionica, Margherita non smette mai di interrogarsi su cosa significhi essere una ragazza nel secondo decennio del XXI secolo. Nuova icona urban, Ditonellapiaga, incarna le infinite articolazioni del complesso animo femminile, senza ridurre la femminilità a un’immagine univoca.

Da piccola, le pop star americane. Da adulta, protagonista indiscussa del circuito dei club romani dediti alle jam session, dove scopre soul, nu soul e jazz. Grazie all’incontro con il duo di producer romani bbrod, nel 2019, mette a fuoco il suo straordinario eclettismo e la sua incredibile versatilità, sia come autrice che come cantante, e oggi spazia con naturalezza da sonorità elettroniche più crude e acide a quelle più morbide e armoniche di un pop dal respiro internazionale.

Nel settembre 2019 pubblica il suo primo singolo Parli.

Ottobre 2020 segna l’esordio con Dischi Belli/BMG Italy con Per un’ora d’amore, cover dell’iconico brano dei Matia Bazar suonata sotto le luci strobo di un club. A dicembre è uscito il suo terzo singolo, Morphina, che affronta il tema del piacere in modo esplicito ma con stile, eleganza e soprattutto ritmo travolgente.

Il 2021 sarà l’anno del suo primo album.

Credits video

regia Federico Cangianiello
fotografia Marco Jeannin
montaggio Federico Sottini
assistente operatore Luca Frialdi
make-up Carolina Antonini
stylist Virginia Alessandra Carillo

Credits brano

composer, vocals Ditonellapiaga
producer, composer, instruments bbprod

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.