ESPANA CIRCO ESTE – Dormo poco e sogno molto

A pochi giorni dalla release del nuovo singolo “Dormo Poco E Sogno Molto” degli ESPAÑA CIRCO ESTE, uscito lo scorso 25 settembre per la discografica Garrincha Dischiesce oggi il nuovo videoclip firmato da Paolo Santamaria (già al lavoro sul grande schermo con Lo Stato Sociale e Ex-Otago): «un vero e proprio viaggio dell’anima» spiega il regista abruzzese «in cui il piacere della scoperta e l’amore si alternano in una pulsione creativa costante.»

“Dormo Poco E Sogno Molto” è il singolo più rappresentativo nella tracklist dell’atteso album “Machu Picchu”. Prodotto da Fabio Gargiulo (Lo Stato Sociale, Arisa, Eros Ramazzotti, La Rappresentante di Lista, Motta, ecc…),  è il primo disco della band più cosmopolita di casa Garrincha scritto al di fuori di un furgone e senza rincorrere aerei, bensì descrivendo dal proprio nido tutte le esperienze vissute in viaggio.

Il concept spiegato dal frontman Marcelo è avvincente: «la maggior parte di noi nasce, studia, si allontana dal posto dov’è nato in provincia, per poi avvicinarsi ad una grande città; qui si specializzerà o prenderà una laurea per poi calarsi nella società, assecondando le richieste del mondo del lavoro. A volte, però, qualcuno, per caso, nel mezzo di questo percorso canonico di realizzazione, si rende conto di non aver mai attraversato un deserto o di non essersi mai imbattuto fra le onde di un oceano e si pone delle domande che lo cambieranno per sempre. Da quel giorno quella persona è e sarà per sempre un viaggiatore».

Il videoclip di Paolo Santamaria esplora il tema del viaggio in tutte le sue sfaccettature ed è così che trovano spazio tematiche d’attualità dal peso specifico importante, quali l’eco-sostenibilità, l’equità sociale e la critica al consumismo che ben si palesa in oceani popolati da fauna di plastica, in un habitat costellato di rifiuti: «scelte politiche in linea col brano, un inno che invita a sognare mantenendo i piedi ben saldi a terra, senza dimenticare la realtà in cui ognuno è chiamato a guidare la sua canoa”.

ESPANA CIRCO ESTE

Gli España Circo Este sono: Marcelo (Voce, Chitarre), Jimmy (Batteria, Percussioni, Voce), Ponz (Basso, Synth, Voce), Matteo (Fisarmonica, Chitarre, Violino, Voce).

Appena 6 anni di attività e più di 500 concerti tra Italia, Europa ed America, per la band España Circo Este. La musica degli E.C.E. è un mix di Pop e di Punk, di Tango e di Cumbia, di Latin e di Reggae. Un sound unico ribattezzato Tango- Punk.

La loro carriera ha inizio nel 2013 quando la band pubblica l’E.P. autoprodotto IL BUCATESTA a cui fa seguito un tour di oltre 100 date tra Spagna ed Italia.

Nel gennaio 2015 pubblicano La Revolucion del Amor, il primo LP, che li impegna in un tour europeo di 120 date in 6 paesi diversi (Italia, Svizzera, Austria, Danimarca, Germania e Repubblica Ceca), mentre nell’estate dello stesso anno vengono chiamati come opening act ufficiali nei tour italiani di artisti dal calibro di Manu Chao e Gogol Bordello.

Il 2016 li vedrà ancora “on the road” in Italia e nel resto d’Europa. Un lungo Tour che farà tappa in alcuni dei piùimportanti festival europei, come l’Hafenfest di Amburgo, il Breminalia di Brema, il Passpop ed il Lowlands in Olanda (unica band italiana invitata da questi due storici festival olandesi in oltre 20 anni di programmazione).

Nel 2017 pubblicano in Italia con Garrincha Dischi – ed in licenza anche in Spagna, Portogallo, Andorra, Francia e Germania, Austria e Svizzera – il loro secondo album Scienze Della Maleducazione e nell’autunno dello stesso anno ricevono a Faenza il premio MEI per il “Miglior Tour Nazionale ed Internazionale” dell’anno. Il 20 Ottobre dello stesso anno esce il loro primo disco live Tour della Maleducazione che imprime su disco l’energia incendiaria che la band sprigiona sul palco.

A marzo 2018 volano verso gli Stati Uniti selezionati tra le 12 band ospiti dell’International Day Stage del mitico South by Southwest di Austin in Texas, siglando così la loro prima apparizione fuori dal Vecchio Continente. A giugno dello stesso anno pubblicano per il mercato Sud Americano Bau Bau Ciudad, un EP di tre tracce in collaborazione con l’artista messicana Flor Amargo.

Nel 2019 entrano in studio con il produttore Fabio Gargiulo (Lo Stato Sociale, Arisa, Eros Ramazzotti, La Rappresentante di Lista, Motta, ecc…) per le registrazioni del nuovo album “Machu Picchu” in uscita il 23 ottobre 2020 per Garrincha Dischi.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.