FANELLY – It’s gonna make a little difference

Fanelly: esce il clip dedicato a Charlie Hebdo – una produzione 100% made in Italy

 

Il 7 Gennaio 2015, gli attacchi alla redazione del giornale satirico  francese Charlie Hebdo infliggevano un grande attacco alla libertà di stampa.

La cantautrice tarantina Fanelly, parigina di adozione, vi rende omaggio, facendo uscire proprio oggi il clip del suo ultimo singolo «It’s gonna make a little difference ». Il clip é una produzione 100% Italiana, realizzata dall’art director Victor Scorrano e l’acquerellista e animatrice Greta Baldo.

Con il suo fraseggio breve e la sua melodia accattivante, Fanelly fa pervenire con lucidità dei messaggi forti e carichi di emozione : « accade che le città perdano il loro ritmo »…« ringrazio se quel giorno non mi trovavo a passare di li»…recita il testo in inglese.

It’s gonna make a little difference, disponibile ormai su tutte le piattaforme digitali, é stato registrato tra Francia e Italia e vede la partecipazione di musicisti della nuova scena jazz parigina e pugliese : la contrabbassista Sélène Saint-Aimé, il chitarrista Matthieu Barjolin, il batterista di Ceglie Messapica Davide Chiarelli alla batteria ed il Tarantino Andrea Cianca alla chitarra solo.  Il primo album di Fanelly, METRO STORIES, é previsto per il 19 Marzo 2021.

A proposito di Fanelly

Anna Fanelli (Fanelly) é una cantautrice esordiente tarantina che vive a Parigi. Il suo universo musicale, originale e sensibile, si colora di influenze folk, pop, jazz, world, e del cantautorato italiano.

La sua storia atipica é all’origine della sua ispirazione. Nata in Puglia, a Taranto, città di sole, mare, e di contrasti, comincerà a studiare musica e a comporre le sue canzoni solo in età adulta,ed in seguito ad un concerto a Parigi, città dove si trasferisce per lavoro, dopo la laurea in economia. Fanelly definirà il suo processo creativo come « urgente » ed “indispensabile”.

Si circonda rapidamente di talentuosi musicisti che, colpiti dal suo universo musicale, collaborano con lei alla realizzazione del suo album, METRO STORIES, previsto per Marzo 2021 www.fanellymusic.com

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.