GAETANO NICOSIA – Senza Storia

“Senza Storia” è l’album di esordio di Gaetano Nicosia che, in ordine cronologico, rappresenta l’ultima opera punk rock del panorama musicale, oppure – se si preferisce – la prima di una nuova era di opere rock (concept album).
Il Concept Album:
“Senza Storia” racconta la vicenda di un batterista sordo che sordo non è… Lui non lo sa e quando se ne accorge il disastro ormai è fatto e se vorrà uscirne dovrà fare ricorso a tutte le sue energie e risorse.
Questo è il primo cd composto da nove brani che raccontano le vicende e l’infanzia di Memo Sami.
Musica e testi di Gaetano Nicosia, “Senza Storia” è un album che ha avuto una lunghissima gestazione che si è conclusa nel settembre del 2019 e che solo ora vede la luce grazie a una campagna di crowdfunding che ha consentito all’autore di rendere tangibile questo suo lavoro.
“Senza Storia” è un inno all’errore, alla libertà di perdersi come unico modo per ritrovarsi, alla testardaggine collettiva e correttiva.
Gaetano Nicosia è un musicista che fa delle divergenze, delle dissonanze e di un approccio dispari un suo marchio di fabbrica. “Senza Storia” è un album punk con influenze psichedeliche e prog, con una puntata nel reggae.
L’album ha voglia di musica come dimostrano le numerose e lunghe parti strumentali, e non si adagia su schemi consolidati: spesso non esiste un ritornello si gioca molto sulle variazioni e su ritmi incalzanti oltre che su un sound pieno e dinamico.
L’album è una citazione continua, sia dal punto di vista musicale sia dal punto di vista dei contenuti, a brani, film, episodi tv, con cui l’autore è cresciuto.
Disco e video prodotti da Paolo Rebellato.
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.