GERARDO ATTANASIO – Ultimo addio

“Ultimo Addio”, il nuovo singolo e videoclip di Gerardo Attanasio.
Una reinterpretazione in italiano di “Death with Dignity”, brano di Sufjan Stevens contenuto nel suo album capolavoro “Carrie & Lowell”.

La musica e la poesia di Sufjan Stevens sono una delle più grandi fonti d’ispirazione per Gerardo:
“Death With Dignity è una canzone eccezionale che racconta in versi struggenti la perdità di Carrie, sua madre. Per essere coerente col mio percorso artistico, ho deciso di cantarla in italiano. L’argomento, delicatissimo e personale, nascondeva non poche insieme. Ho lavorato alla sua traduzione e all’adattamento in italiano insieme a Stefano Di Martino, offrendo tutta la sensibilità e il rispetto che l’opera merita”.

Il brano è stato prodotto e missato a quattro mani con Livo Lanzettaa al Blue Bell Studio, con la partecipazione di Riccardo Marconi alla chitarra, Dario Viesti alla batteria e Pasquale Benincasaalla marimba.
Da quest’idea è nato anche un video, realizzato da Simone Brillarelli e Bianca De Magistris, con la partecipazione di Lorella Mannori e Livia De Magistris.

«Dato che siamo intervenuti sul testo traducendolo, e quindi in qualche modo abbiamo modificato l’opera originale, ci è voluto un lungo e difficile lavoro di ricerca di contatti e scambi di email per scoprire se la nostra versione aveva ricevuto l’approvazione dell’editore: BMG Gold Songs. È stata quindi una grande emozione trovare tra le mie email il messaggio con cui mi è stato comunicato che avevamo ricevuto l’autorizzazione per la pubblicazione del brano. Sono doppiamente contento perché la nascita di questa cover con relativo video ha mosso la creatività e l’impegno di persone che amo molto e a cui devo tanto».

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.