GIULIO CAZZATO – Rimarrai poesia

“Rimarrai poesia” (You Can’t Records) é il video del nuovo singolo di Giulio Cazzato, cantautore di origini salentine residente in Svizzera. Il brano, disponibile in digital download e in streaming dal 29 aprile e primo estratto dal disco “La mia sola libertà” disponibile dal 6 maggio prossimo, è caratterizzato da un testo intimo, a tratti criptico, denso di significato e da un sound pop rock con richiami alla musica leggera italiana. Nel ritornello l’esplosione vocale di Giulio sprigiona emozioni, con la batteria incessante, similitudine di un cuore che batte a mille.

Sono gocce nel mio tempo

Scendono e rompono il silenzio

Si ripetono ogni momento

Tutto vive in un suo gesto

Se mi volto adesso non andrò più via

Preferisco andare rimarrai poesia

 

Giulio Cazzato: Vi è sicuramente successo nella vita di vivere un momento dove i sentimenti sono in contrasto con la razionalità. La canzone parla di un amore che non può essere vissuto per delle circostanze e problematiche che la vita a volte ci mette davanti. In questo caso nonostante l’amore, uno dei due decide di partire, trasformando questo grande sentimento in poesia. La poesia si trasforma in canzone, su queste note e parole i sentimenti prendono vita, come se l’amore tra i due non fosse finito.

Il video di “Rimarrai poesia” vuole dare una spiegazione visiva al testo criptico del brano attraverso due elementi: le rose ed il legame tra la protagonista Giulia e il barbagianni. Le prime esprimono il cambiamento dei sentimenti del cantautore. Il secondo rappresenta la trasfigurazione dell’inconscio incerto che tramuta in coscienza, fino a divenire consapevolezza.

“Rimarrai poesia” è stato scritto e composto da Giulio Cazzato, Arrangiamenti: Giulio Cazzato, Davide Lasala, Andrea Fognini. Produzione artistica: Davide Lasala, Andrea Fognini. Registrazione, Mix, Mastering: Edac Studio. Hanno suonato: Giulio Cazzato (voce), Davide Lasala (batteria, basso, chitarre, percussioni, piano), Andrea Fognini (synth). Il video è opera di Roberta Stifini. Montaggio e Riprese: Marco Martucci. Fotografia: Daniele Met. Sceneggiatura: Marco Martucci, Daniele Met e Roberta Stifini. Hanno recitato: Giulia Cazzato, Annachiara De Marco e Nicholas Bortone.

Giulio Cazzato cantautore italiano classe ‘86 di origini salentine. La sua musica spazia tra il rock, pop e una manciata di elettronica con testi in italiano. Da piccolo alla chitarra prendendo lezioni e proseguendo poi in maniera autodidatta. Da qui inizia la sua attività musicale, considerando la musica come sua compagna di vita, sviluppando il canto e l’apprendimento di altri strumenti. Inizia a scrivere-comporre già nel periodo adolescenziale e a fare piccoli concerti con la sua prima band di inediti e cover. Si appassiona poco dopo al blues, che gli apre un mondo tutto nuovo dove crescere artisticamente. Collabora con artisti locali e artisti di calibro internazionale partecipando in vari festival. Tutto questo non cambia il suo modo di scrivere e di sentire la sua musica che resta fedele alla lingua italiana e al genere rock. Ama moltissimo i vecchi cantautori italiani, artisti e band degli anni ‘70, la world music e tutto quello che lo emoziona, non ricercando la tecnica a tutti i costi ma l’emozione. Lascia il suo paese di origine poco prima dei 30 anni e si trasferisce in Svizzera dove tuttora è residente. Qui collabora con altri artisti e porta avanti altri progetti. Il 22 aprile 2021 pubblica il video “Rimarrai poesia”, che anticipa il disco “La mia sola libertà”, in uscita il 6 maggio dello stesso anno e che vede la collaborazione di Davide Lasala di Edac Studio.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.