I’M NOT A BLONDE – 1984

Luce/buio, corpi/immagini. Un battito pulsante di chiarore e oscurità, un corpo che lentamente inizia a slegare un altro corpo in un luogo chiuso e nero, animato da forme colorate. Una stanza esistenziale attraversata da figure fantasmatiche che evocano i ricordi di tutta una vita. il nuovo singolo di I’m Not a Blonde è disponibile per la rotazione radiofonica dal 10 dicembre, 1984 giorno di rilascio dell’ EPWelcome Shadows.

Una traccia dal sapore new wave, un inno synth-pop alla libertà di amare ed esprimersi e al diritto di essere ciò che si è, liberamente ispirato al capolavoro di George Orwell per raccontare la storia della scoperta della propria omosessualità durante l’adolescenza.
Girato da Antonietta Dicorato utilizzando un sintetizzatore video analogico degli inizi degli anni ’80 e riprese live mandate in feedback, il video di 1984 “parla di come intimamente ci si sente al buio e di come può essere esplosivo illuminare quegli angoli oscuri. Parla di dubbi, di paure e di cosa può succedere quando ci si lascia cadere, arrendendosi, lasciandosi travolgere da una luce che diventa colore immersivo”. Una luce che diventa liberazione e rinascita. Il brano è il secondo estratto dal prossimo EP Welcome Shadows, in uscita il 10 dicembre 2021 come parte di un progetto più ampio che prevede la pubblicazione di un secondo EP nella primavera 2022, dal titolo This is Light.

Welcome Shadows verrà presentato live il 10 dicembre a Germi, il circolo milanese fondato da Manuel Agnelli e Rodrigo D’Erasmo.

 

I’m Not a Blonde è un duo italo-americano di base a Milano composto da Chiara Castello e Camilla Matley. Il loro elegante electro-pop – fatto di ritmi e synth anni ’80 e chitarre e melodie dal sapore punk/rock anni ’90 – si muove in perfetto equilibrio fra gli aspetti delle due personalità: ironia e follia, divertimento e serietà, minimalismo e art-pop, digitale e analogico. Tutto avvolto da un velo di malinconia di derivazione new wave che dona alla loro musica una precisa identità e uno stile inconfondibile. Esordiscono nel 2016 con l’album Introducing I’m Not a Blonde e dallo stesso anno entrano stabilmente nel roster di INRI. Il 2018 è l’anno del secondo LP dal titolo The Blonde Album, cui segue nel 2019 la pubblicazione del terzo disco Under the Rug, presentato al Reeperbahn Festival in Germania. Particolarmente apprezzate dalla stampa e dal pubblico dell’Europa centro-nord, sul piano internazionale collaborano con la label Backseat e con il booking All Rooms di Berlino.
Prima che la pandemia bloccasse il mondo, sono state protagoniste in diversi festival italiani e internazionali, condividendo il palco con artisti del calibro di Duran Duran, Moderat, Soulwax, Peaches, Ghostpoet, Hurts e molti altri. Dal vivo, le loro architetture sonore fatte di sovrapposizioni di loop di voci, chitarre, synth e beat elettronici riempiono lo spazio del palco con la forza e l’impatto di una full band. Il loro stile ha sedotto artisti di fama mondiale che hanno scelto I’m Not a Blonde per l’apertura dei live in Italia: i Franz Ferdinand nel 2018 all’Unipol Arena di Bologna, The Killers a Rock in Roma (2018), i Wolf Alice per la loro data unica in Italia del 2018 e Miki Shinoda dei Linkin’ Park nel 2019 a Milano e Padova.Orfane della dimensione live a causa del lockdown, pubblicano nel 2020 l’EP Songs from Home. Nel 2021 vincono la call indetta da Italia Music Export, a supporto della loro attività promozionale all’estero.
Circles è il singolo che anticipa il nuovo EP Welcome Shadows, in uscita a dicembre 2021, primo capitolo di un progetto articolato in due tappe. Nel 2022 uscirà il secondo capitolo This is Light.

Credits
Scritta da Camilla Benedini, Chiara Castello
Prodotta da Camilla Benedini, Chiara Castello, Leziero Rescigno
Registrata a Le Ombre Studio
Mix Mario Conte
Mastering by Giovanni Versari
Artwork Gergely Agoston

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *