LORENZO SEMPRINI – Un respiro per me

“Un Respiro Per Me” , il nuovo singolo di Lorenzo Semprini.
“Un respiro per me” è il 5° singolo di Lorenzo Semprini, tratto dall’album “44”. La canzone si apre con un mood quasi etereo (tra chitarra elettrica e fisarmonica), in cui la protagonista scivola in una serie di ricordi. Qualcosa è successo, le conseguenze e le ferite sono ancora ben visibili. “Un respiro per me” è una canzone sul reagire dopo essere stati feriti da qualcosa che non si poteva evitare, sul provare a riprendere la propria strada dopo aver vissuto tra “paura e brivido”. La speranza e la luce si intravedono alla  fine della canzone anche grazie all’assolo liberatorio di chitarra elettrica suonato da Massimo Marches.
Spiega l’artista a proposito del brano: “Un respiro per me è un viaggio attraverso le ferite che ci segnano lungo il nostro cammino, ferite causate e ferite subite, è una passeggiata in bilico “tra paura e brivido”, dove ogni piccola mossa può essere anche fatale, ma c’è anche una speranza.
La stessa che si vede nel videoclip con il sorriso finale della protagonista che arriva dopo una lunga camminata senza bussola, di smarrimento e forse anche di timore di non riuscire a farcela.
L’assolo di chitarra finale è liberatorio, un nuovo orizzonte che si staglia, sicuramente diverso dal “prima” ma non per questo meno interessante ed intenso
Il video di “Un respiro per me” di Lorenzo Semprini. girato da Massimo Morri a Bologna vede la protagonista, Camilla Sardella, che si ritrova a vagare per le strade della città, portando con sé una sciarpa, probabilmente legata al ricordo di una persona. La vena malinconica, enfatizzata dall’utilizzo del bianco e nero, avvolge la visione del video alternato dalla presenza in alcuni parte cantate dello stesso Lorenzo Semprini. Alla fine c’è una sorta di liberazione, di voglia di riscatto che finisce con un sorriso. Un semplice oggetto, come una sciarpa, può essere qualcosa che lega al passato, anche ad un passato amaro, ma può essere un evento “circolare”, se si guarda il video fino all’ultimo secondo…
Biografia
Lorenzo Semprini nasce davanti al mare di Rimini nel 1974, nello stesso giorno in cui i Genesis pubblicano “The Lamb Lies Down on Broadway “, mentre “Amarcord” di Federico Fellini è ancora nei cinema italiani e a pochi giorni da The Rumble in The Jungle, lo storico incontro di pugilato tra Muhammad Alì e George Foreman, tenutosi a Kinshasa Zaire. Dal 2000 è stato, ed è ancora, il leader di Miami & the Groovers“una delle band italiane di cui andare fieri, capace di sapersi guadagnare attenzione anche a livello internazionale” (ilsussidiario.net), con cui ha prodotto 4 album in studio (Dirty roads 2005, Merry go round 2008, Good things 2012,The ghost king 2015) ed un box live cd/dvd nel 2013 (No way back). Alle spalle ha centinaia di concerti in tutta Italia ed anche in Inghilterra, Stati Uniti (New York, Asbury Park, Chicago), Lussemburgo, Svezia, Austria e collaborazioni live ed in studio con artisti come Elliott Murphy, Alejandro Escovedo, Billy Bragg, Southside Johnny, Joe D’Urso, Jake Clemons, Willie Nile, Marah Jesse Malin, Ron, Gang, Graziano Romani, Michael McDermott, Riccardo Maffoni, Vini Lopez, Bill Toms, Martyn Joseph, Joel Guzman, Jono Manson, Erin Sax Seymour, Ron, Bobo Rondelli, Bound for Glory, Mike Peters, inoltre ha condiviso per due volte il palco con Bruce Springsteen, in occasione del benefit Light of day che si tiene annualmente ad Asbury Park, New Jersey. Nel 2020 scrive e pubblica il singolo benefico “Siamo rimasti noi” con la collaborazione di Paolo Fresu ed altri musicisti denominati “Suonatori in casa” e nel 2021 esordisce con un nuovo progetto solista in italiano anticipato dal singolo “Lei aspetta”. L’album “44” , che è uscito nel corso del 2021, è stato prodotto da Gianluca Morelli e sono stati coinvolti 22 musicisti tra cui Federico Mecozzi, Vanessa Peters, Alex Valle, Massimo Marches, Diego Sapignoli, Elisa Semprini, Antonio Gramentieri, Daniele Tenca..“Un respiro per me” di Lorenzo Semprini uscirà il 21 Gennaio 2022 in radio e su tutte le piattaforme digitali.
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *