Mòn – Fragments

3° singolo dei Mòn estratto dall’album “Zama” pubblicato da Urtovox/Supermota lo scorso 12 Maggio 2017.
Scritto e diretto da Marco Brancato e Michele Manca.
Disegni e Animazione di Marco Brancato.
Edit di Michele Manca.
(C)&(P) 2017 Urtovox rec.

Realizzato grazie al contributo Siae ”Sillumina-Copia privata per i giovani, per la cultura” in collaborazione con il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.

Non si tratta del solito video promozionale ma di una vera e propria opera d’arte

realizzata sulla musica dei Mòn attraverso i colori di Marco Brancato, giovane disegnatore ed illustratore romano di stanza a Bologna

che con l’ausilio del videomaker Michele Manca, è riuscito a dar vita ad una storia pulsante dalla forte valenza simbolica ed onirica e dall’immediato impatto visivo.

La principessa Cloe è alla scoperta del mondo e delle forze che lo governano.

Fragments è la metafora di un percorso comune ad ogni uomo venuto alla luce. Un cammino scandito da fasi, energie ed equilibri tanto più in armonia quanto più delicati e vulnerabili. È la celebrazione della guida, del faro che illumina questa strada e fornisce gli strumenti per mantenere l’equilibrio. Nel bel mezzo del cammino qualcosa interrompe il percorso della principessa, qualcosa di oscuro, che stranamente le somiglia e che sembra nascere da lei. Qualcosa che deve sconfiggere per incontrare l’ultimo frammento e diventare Donna.

“What should i fear now that there’s the tempest inside, there’s no place to hide. Why should i feel safe now that i’m finally at home, that the tempest is gone.” 

In allegato una foto dei Mòn

Qualora serva questa una breve bio aggiornata con i risultati ottenuti dopo la pubblicazione del loro album d’esordio:

Mòn nascono in un box sotterraneo a Roma nel marzo 2014.

Concepita inizialmente come progetto indie-folk, la band comincia presto a muoversi alla ricerca di nuove sonorità. Attraverso i diversi mondi musicali da cui provengono, i cinque componenti della band trovano il loro equilibrio dando libero sfogo a valvole, synth, effetti analogici e ritmiche incalzanti, alle quali continuano a contrapporre linee vocali malinconiche e intimiste di matrice folk, creando un patchwork variopinto di suggestioni e armonie. Il loro è un sound tipicamente internazionale, frutto di una caleidoscopica ricerca che, a dispetto della giovanissima età, lascia intravedere gli echi dei loro pregevoli ascolti. Il 3 febbraio 2017 è stato pubblicato il loro primo singolo, “Lungs”. Il videoclip del brano, interamente realizzato con le suggestive illustrazioni animate da Marco Brancato, ha suscitato notevole interesse tra il pubblico e gli addetti ai lavori, ottenendo immediatamente decine di migliaia di visualizzazioni su youtube, vincendo il premio come miglior video musicale alla decima edizione del Gargano Film Festival e classificandosi al quinto posto al PIVI, il Premio per i Migliori Videoclip Indipendenti del MEI. Il singolo ha anticipato l’album “Zama”, uscito il 19 maggio su etichetta Urtovox Records/Supermota e realizzato con il contributo del bando SIAE – SIllumina 2016: “Nuove Opere”. Il disco è stato accolto con grande entusiasmo dalla critica (stampa, radio, web), che ha più volte parlato di un esordio assoluto e folgorante e di una magnifica rivelazione, definendo i Mòn come una delle band italiane più adatte al mercato estero.

Il 29 maggio è uscito il videoclip di “Fluorescence”, per la regia di Giacomo Favilla. Il brano è stato inserito all’interno di alcune playlist Spotify, quali “Italians Do It Better”, “Top 50 Viral Italy” e “New Music Friday”. Dopo un’anteprima live dell’album al Monk Club di Roma, il 24 giugno è stato inaugurato, proprio dalla loro città, il lungo tour estivo curato da L’Eretico Booking, che li ha visti protagonisti di numerosi festival e che ha toccato la maggior parte delle regioni italiane, per un totale di oltre 35 date. Nel mese di novembre 2017 i Mòn hanno preso parte alle riprese di una puntata della fiction RAI “Tutto può succedere”, prodotta da Cattleya, in qualità di attori nel ruolo di sé stessi, e il loro brano “Lungs” è stato scelto per far parte della colonna sonora della puntata che andrà in onda tra marzo e aprile del 2018.

“Lungs” farà inoltre parte, insieme ad altri due brani, “Forest of Cigarettes” e “Fragments”,  della soundtrack del film di Alessio Lauria “A Mezzanotte”, che sarà presentato a tutti i festival cinematografici in Italia e all’estero nel 2018.

I Mòn sono attualmente a lavoro per il loro terzo video, “Fragments”, in uscita a dicembre 2017, che vedrà ancora una volta Marco Brancato nel ruolo di disegnatore, illustratore e montatore insieme a Michele Manca alla regia.

Nel mese di dicembre/gennaio e febbraio la band si esibirà nuovamente dal vivo in occasione del tour invernale nei club.

Nel frattempo sono già partiti i lavori di pre-produzione per il prossimo album.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *