NICOLO’ CARNESI – Virtuale

“VIRTUALE” il nuovo singolo di NICOLÒ CARNESI.

Tra le penne più ispirate della nuova scena cantautorale, Carnesi consegna ancora una volta un brano che fotografa la realtà attuale, le sue contraddizioni e i suoi perché, giocando proprio con la paradossalità del nostro presente.

La canzone, infatti, è stata anticipata lo scorso 23 febbraio dall’originale pubblicazione – al link https://octobeet.itch.io/anteprima-virtuale – di un videogame che consentiva di ascoltare in anteprima il singolo esclusivamente attraverso il completamento del gioco ispirato al brano. Un’operazione inusuale che ha confermato l’originalità di questo artista.

 

“Virtuale” fa da apripista al prossimo lavoro di inediti dell’artista siciliano, che segue il precedente album “Ho bisogno di dirti domani” (2019), un disco che ha confermato Carnesi come uno degli autori più brillanti della propria generazione, grazie al suo talento compositivo e stilistico ormai riconoscibile.

 

NICOLÒ CARNESI PARLA DEL SINGOLO “VIRTUALE”

 

“Virtuale” rappresenta una personale chiave di lettura del periodo di pandemia, quando la clausura forzata ci ha avulsi dalla realtà, rendendoci sempre più dipendenti dalle esperienze a distanza, virtuali per l’appunto.

Considero la canzone uno sfogo, un modo per esorcizzare la nuova routine dei concerti in streaming, delle fake news, del cibo da asporto e dei continui numeri senza volto.

Il nostro centro di gravità è diventato astratto, destabilizzato e periferico.

Così il videogame in anteprima al brano, si propone come paradigma ironico di tutto questo, esaspera il concetto e lo rende ancor più chiaro, il mio alter ego virtuale prende vita in una sorta di paradosso tra le parti.

La musica sta tra i due mondi, fa da collante: oggi suono sul palco di un videogame, sullo schermo di uno smartphone, ma con la speranza di tornare presto sui palchi veri, abbandonando finzione e distanza. 

 

CREDITS:

Scritto da: Nicolò Carnesi

Prodotto da: Nicolò Carnesi e Donato di Trapani

Registrazioni e mix: Francesco Vitaliti

Voce e Chitarra: Nicolò Carnesi

Pianoforte e Synth: Donato DI Trapani

Basso: Carmelo Drago

Batteria: Roberto Calabrese

Registrato presso: Indigo

Registrazioni addizionali: Cantieri 51

Masterizzato: Analogcut Mastering

 

Etichetta: Manita Dischi

Distribuzione: Believe

Ufficio Stampa e Promozione per Nicolò Carnesi: Big Time

Management: Mirko Perri

Booking: Antenna Music Factory

Grafiche e Foto: Marianna Fornaro

Videogame creato da OCTOBEET STUDIO

 

NICOLÒ CARNESI – BIOGRAFIA

 

Nicolò Carnesi fa parlare di sé fin dal suo esordio, poco più che ventenne, nel 2012. Di origine palermitana, in poco tempo attira le attenzioni di addetti ai lavori, stampa, musicisti affermati, discografici (fino a ottenere un contratto come autore per Warner Chappell) per la sua incredibile capacità comunicativa e un approccio ironico, personalissimo e disincantato alla quotidianità.

 

Autore di canzoni dai testi acuti, sottili e cinici che viaggiano su sonorità elettroacustiche influenzate dalla tradizione italiana e dal british pop degli anni ’80, Nicolò Carnesi ha esordito con un album dalle molte sfaccettature, proponendosi ora come cantautore nella tradizione nazionale, ora come funambolico creatore di brani di blues elettronico, ora come autore lirico e contemporaneo.

 

Dopo la pubblicazione del singolo “Il Colpo” e dell’ep “Ho poca fantasia”, Carnesi pubblica nel 2012 “Gli eroi non escono il sabato”, il suo primo album, arricchito dalla collaborazione con Brunori SAS nel brano “Mi sono perso a Zanzibar”. L’album conferma il suo eclettismo, quello che potrebbe diventare un vero e proprio marchio di fabbrica: Nicolò applica una continua rielaborazione dei diversi generi musicali in cui gli originali vengono svuotati della loro identità, smontati e ridotti a tessere per un collage di suoni, melodie e riferimenti.

 

Segue un lungo tour con oltre 200 concerti in tutta Italia.

 

Nel 2014 il secondo album “Ho una galassia nell’armadio” (Candidato al Premio Tenco 2014) vede la collaborazione di Tommaso Colliva alla produzione, synth e vibrafono, Roberto Angelini alla slide, Rodrigo D’Erasmo agli archi, i Selton alle ritmiche e Dimartino al basso.

 

Segue un nuovo tour come special guest di Brunori SAS nei club più prestigiosi d‘Italia e oltre cento date che si festeggiano a Milano con un ultimo appuntamento insieme a le Luci della centrale elettrica, Dente e i Selton.

 

Il terzo album – “Bellissima Noia” – arriva nel 2016 che conferma l’apprezzamento della critica, incantata dall’eleganza e dalla virtuosità dell’artista.

 

Tra le molteplici collaborazioni del cantautore, si citano quelle con Brunori SAS, Lo Stato Sociale, Dente, Dimartino, Luci della Centrale elettrica, Appino (The Zen Circus).

 

Nel giugno 2019 Nicolò Carnesi pubblica il singolo e video “Spogliati”, che vede l’amichevole partecipazione di Brunori SAS.

 

Link al videoclip del brano “Spogliati” su Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=IORdfBeezkM

 

A ottobre 2019 esce “Ho bisogno di dirti domani”, il quarto album di inediti, presentato in numerose trasmissioni televisive e radiofoniche di qualità e con interviste e recensioni su diverse testate generaliste e di settore e sui principali magazine online, ottenendo un forte riscontro da parte della critica.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.