Nuova Musica Italiana – 4 recensioni

THE EMERALD LEAVES – s/t

Interessante quanto anomalo approccio sonoro per il trio anglo italiano che va a scavare tra psichedelia, dream pop, kraut rock. Si sentono in sottofondo le angolature dei Neu! e l’incedere pulsante dei Pink Floyd mid 70’s. Lavoro originale e molto personale pur se non di facile ascolto.

ELITEZERO – Zero

Da Brescia l’ep d’esordio di un trio dedito ad un’elettronica non lontana da contaminazioni apertamente dance (Madonna) e synth pop (dal classico sound degli 80‘s ai Daft Punk) che a tratti assume anche connotati più dreamy e psichedelici con un’eccellente voce femminile dagli accenti soul.

MANGARAMA – Alieno

Dieci anni di carriera ma solo ora all’esordio per il quintetto astigiano con nove brani intensi, malinconici che costeggiano il mondo di Radiohead e Damon Albarn ma non disdegnano occhiate al Manuel Agnelli più epico, il tutto in un contesto molto ricercato e raffinato.

GIORGIO BARBAROTTA – Un fedele ritratto

Il cantautore trevigiano approda al quinto album con canzoni che spaziano, legate da un solido filo conduttore, dal folk al rock, dalla canzone d’autore, innaffiando il tutto con piccole dosi di elettronica

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.