PIANOTERRA – Semplice

“Semplice”, il secondo singolo della band salernitana Pianoterra in uscita con l’etichetta Aisha.

 Così i Pianoterra descrivono il loro nuovo singolo: “È una ballata che tratta la fine di una relazione d’amore con risvolti non facili per la coppia stessa, dove l’atmosfera si tinge con toni più cupi.” – continuano – “ ‘Semplice’ vuole descrivere scene di vita quotidiana, esternando gli stati d’animo, raccontando nel dettaglio quello che si prova quando si perde qualcuno o qualcosa d’importante, mettendo a nudo le nostre sensazioni, senza filtri e con estrema sincerità.

Semplice”, brano che unisce l’indie alle sonorità punk-rock, è stato realizzato tra Napoli e Milano. Le registrazioni sono state effettuate al Casetta Studio di Torre Del Greco, dove è avvenuto anche il mixaggio, mentre la masterizzazione e la produzione artistica è stata sviluppata all’Aisha Studio di Milano, con la direzione artistica di Umberto Iervolino, noto nel circuito discografico per aver prodotto Artisti del calibro di Francesco Renga, Gianluca Grignani e molti altri.

 

Il singolo è accompagnato da un videoclip, prodotto dalla Nam3 Film e diretto da Marcello Fiorenzo Valerio, con registrazioni realizzate autonomamente da ogni singolo componente della band all’interno delle proprie abitazioni nel pieno del lockdown, sotto la supervisione a distanza dello stesso videomaker che, successivamente, ha curato il montaggio e la finalizzazione dello stesso.

BIOGRAFIA

I Pianoterra (Lorenzo Annarumma, Luigi Pelosio, Emanuele Noschese e Mario De Sio) nascono nel 2017 in quella che è la loro formazione attuale.

 

Lorenzo, Luigi ed Emanuele però approcciano la musica inedita già dal 2012, quando la loro passione in comune li spinge a formare, insieme ad un altro membro, la prima band, gli Ampersound, con la quale iniziano ad avere le prime esperienze live, suonando per la prima volta nel liceo da dove tutti e quattro venivano.

 

Successivamente all’abbandono del quarto componente viene introdotto alla band Mario, amico stretto di Emanuele e chitarrista, da diversi anni, anche lui infatti aveva militato in diversi gruppi i quali però suonavano principalmente cover.

 

Con l’arrivo del nuovo chitarrista i quattro decidono così di cambiare le carte in tavola iniziando a scrivere musica in italiano, su consiglio del loro attuale produttore, e pubblicando, con ancora il vecchio nome della band, il loro primo brano, Niente di Noi, completamente autoprodotto e dal video girato interamente nel soggiorno di casa di Lorenzo.

 

Durante il corso del 2019 partecipano alle selezioni di diversi talent, come X-Factor o Amici e alla fine dello stesso anno decidono di cambiare nome, essendo Ampersound troppo legato ad uno stile e soprattutto un linguaggio che oramai non li rappresenta più.

 

Si arriva quindi al 2020, dove il gruppo, nell’odierna formazione e con l’attuale nome, Pianoterra, dopo un intro strumentale si accinge a pubblicare il suo primo inedito, con l’aiuto, per quanto riguarda la produzione artistica, di Umberto Iervolino.

 

Il 29 maggio 2020 su tutte le piattaforme digitali il loro secondo singolo “Semplice”.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.