I-SCIENCE – True self

Ndeye San è il nuovo disco della band italo-senegalese I-Science.
Un album fusion dal sound dalle forti influenze africane, un invito a viaggiare verso altri stati di coscienza.
La band ci porta in un mondo afro-surrealista, popolato da sogni consapevoli legati ai cicli della vita e all’esplorazione del sé profondo: in wolof, “ndeye san” è un’esclamazione che riguarda ciò che tocca il cuore come le buone azioni, la musica potente, le belle persone, la compassione, un’espressione che si esprime nella musica, per questo mondo e per ciascuno di noi.
Si tratta di un’opera nata in un momento difficile per i membri del gruppo, che hanno voluto condividere il lungo percorso umano di iniziazione seguito per produrla, nonché tutte le lezioni di scoperta e condivisione apprese lungo il cammino.
La voce sciamanica dell’anima di Cori, a volte potente, a volte carezzevole, a volte strana, fiorisce sulle sue composizioni e su quelle dei beatmaker Ibaaku e Mao Sidibé, di Abordidjal, il bassista, e degli altri musicisti del gruppo. Le tracce, rompendo gli arrangiamenti abituali, offrono sonorità in evoluzione. Una nuova maturità tocca ritmi locali, blues, jazz, soul, afrobeat, accompagnati da suoni elettronici e vocali.
“La parola chiave del disco è magia. Anche la musica lo è. Ciò che esce da noi ha il potere di fare del bene o del male, guarire gli altri con parole, lavare via i pesi, i pensieri e le visioni negative, aprirsi al positivo, condividerlo con chi ci circonda. Melodie gioiose, intensità crescente, voci che si fondono insieme per creare un’armonia del cuore.”
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *