SETTE – Solo

“Solo” (Sette Music distribuito da Nufaco), il nuovo singolo del giovane cantante bolognese Lorenzo Riva, in arte Sette, sarà in rotazione radiofonica a partire dal 13 dicembre. Il brano, già disponibile in streaming e in digital download

“È una canzone nata in un periodo di forte introspezione, in seguito alla fine della storia che, ad oggi, è la più importante della mia vitaracconta Sette -. Dopo quasi 3 anni, ho sentito il bisogno di chiudere una relazione che non mi riempiva più. Tuttavia, ne ho pagato le conseguenze emotive nei mesi a seguire, durante i quali ho sofferto profondamente per questa ragazza e la sua mancanza ha iniziato a logorarmi portandomi a non considerare nessuna forma di compagnia eccetto la sua: da qui la frase ‘ora mi sento da Solo in mezzo alla gente’”.

 Lorenzo Riva, in arte Sette, cantante bolognese, classe 1998 nasce con la voglia di cantare che presto si trasforma in passione, in sogno. Cresce circondato dalla musica grazie ai suoi genitori, che lo iniziano ai più vari generi musicali: spazia dall’hip hop e r&b di Puff Daddy, Fugees e Mary j. Blige, al pop rock di Elton John, Queen e Michael Jackson, fino al soul di Barry White e Marvin Gaye. A 11 anni inizia a studiare pianoforte, mentre inizia a definire individualmente i suoi gusti musicali, avvicinandosi ad artisti come Bon Jovi, Aerosmith e Gun’s n’ Roses. Durante l’adolescenza scopre il mondo del Metal, esplorando tutte le sue sfaccettature: Heavy metal, death-metal, nu-metal, alternative, progressive e grunge. A 17 anni inizia a prendere lezioni di canto e poco dopo scopre la trap, grazie a figure come Ghali, Sfera Ebbasta, Izi, Tedua e agli americani Travis Scott, Lil Pepe e XXXtentacion, rimanendo affascinato dal modo in cui utilizzano un cantato melodico invece del rap su strumentali principalmente trap. La curiosità è tale da spingerlo a “giocare” con la musica, provando a mescolare le caratteristiche della nuova musica pop con le sonorità interiorizzate durante l’infanzia e l’adolescenza. Gli studi al Sae Institute di Milano in audio production gli forniscono le competenze necessarie a dare libero sfogo alla sua creatività.  Il risultato è un genere pop ricco di influenze, che spaziano dalla trap, al rock, fino a toccare persino il gospel.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.