SLOW WAVE SLEEP – Elogio della follia

“Un’allegoria del tormento interiore e del desiderio di rivincita, di un folle che per amore è disposto anche ad essere maltrattato da una società bigotta ed ipocrita”.

La nuova ed insolita cover è il primo brano pubblicato da Slow Wave Sleep nel 2019 che segnerà un taglio netto nella discografia del progetto più subliminale della musica italiana. Sfuriate punk, suoni viscerali e scariche di adrenalina fanno da contorno alla voce teatrale di Emilio, che ha curato ogni aspetto della produzione in linea con i due dischi precedenti “Chroma” e “L’Ultimo Uomo”.

Ma a breve verrà annunciato un radicale upgrade del sonno ad onde lente, un disco registrato in presa diretta con una nuova line-up, la stessa che ha seguito Emilio a suonare nei posti più improbabili nell’ultimo anno e che l’accompagnerà a breve sul palco dell’Ariston per la finale di Sanremo Rock.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.