T-ROOSTERS – Freedom in the Morning

Freedom in the Morning” è una canzone profetica. La stesura del brano avviene nell’estate 2019 e i T-Roosters non potevano immaginare cosa sarebbe accaduto di lì a poco, con tutti gli impedimenti causati dal lockdown. Le abitudini di una vita fatta di concerti, tour e momenti di festa mutano all’improvviso, come se il tempo si fosse fermato e una cappa di grigio avesse avvolto il mondo con una coperta ruvida. Freedom in The Morning, di cui oggi A-Z Blues presenta il nuovo videoclip, è estratta dall’ultimo album The Sunny Wine Session ed è una sorta di canzone-riscatto, ricorda che per quanto buia e spaventosa possa essere la notte non ci si deve lasciar impaurire, anzi, è quanto mai necessario reagire e vivere intensamente perché “il mattino successivo – qualsiasi cosa accada – un altro sole sorgerà, e col mattino arriverà la libertà”. La sonorità, sospesa fra blues e rock sudista, melodica ma con ritmica tagliente rappresenta un invito ad unirsi e a resistere, a non tradire i sogni e gli ideali e a credere nel domani. I T-Roosters dichiarano: “Ci siamo divertiti a risuonarla in occasione della registrazione del videoclip e lo abbiamo fatto mettendo in ogni nota la voglia di riscatto che ci anima nel profondo. Speriamo che questi sentimenti riescano ad arrivare sino a voi che ci guardate e ci ascoltate: se siete tristi, confusi, se vi sentite prigionieri non vi arrendete, perché – è una promessa – Freedom in the morning will come!”. L’autore del testo di Freedom in the Morning è Paolo Cagnoni, nel video appaiono Gabriella De Biase e Alessio Crippa, la regia è a cura di Paolo Baroni.
Guarda il video di Freedom In The Morning

Chi sono i T-Roosters

I T-Roosters amano il blues a partire dalle sue origini sino a quello contemporaneo e il loro sound è fortemente caratterizzato da accenti swing/blues, rock’n’roll e boogie woogie. Nel 2012 escono con il primo album autografo “No Monkey but the Blues”, seguito da “Dirty Again” (2015), da “Another Blues To Shout” (2017) e dal più recente “The Sunny Wine Sessions” (2019) dove le sonorità blues si miscelano a melodie e testi originali rivelando la più variegata potenzialità musicale della band ed il suo continuo sviluppo. Nel gennaio 2016 hanno partecipato all’International Blues Challenge organizzato dalla Blues Foundation, negli Stati Uniti a Memphis (TN) classificandosi tra le prime posizioni. I T-Roosters sono Tiziano “Rooster” Galli (chitarra e voce, compositore e arrangiatore), Lillo Rogati (basso e cori), Marcus Tondo (armonica e cori), Giancarlo Cova (batteria).

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.