USING BRIDGES – Floatin pieces

Il primo estratto video dall’omonimo disco della band romagnola delinea “attraverso delle foto, che raccontano frammento dopo frammento la storia di ognuno di noi, la relazione fra sesso e amore ed i ‘pezzi fluttuanti’ che questo legame genera

Floatin’ Pieces” è il nuovo video degli Using Bridge, title-track del disco uscito lo scorso 26 gennaio in autoproduzione. Il clip del brano è stato girato alla Yellow Factory di Riccione da ALTernative Inshallah e montato dal chitarrista della band Federico Arcangeli. Alle riprese hanno partecipato le attrici Anna Haholkina, Naomi Romani ed Erica Fabbri.

‘Floatin’ Pieces – racconta la band – è una canzone sull’amore fisico e carnale in cui gli umori si mischiano e si perde la propria integrità, ritrovandosi a galleggiare, sospesi ed in estasi tra i propri pezzi. A livello visuale abbiamo rappresentato questa relazione fra sesso e amore ed i ‘pezzi fluttuanti’ che questo legame genera con delle foto, che raccontano frammento dopo frammento la storia di ognuno di noi”.

Floatin’ Pieces” è il quarto lavoro degli Using Bridge, ed è probabilmente il disco più compiuto della formazione romagnola. Nove canzoni che spostano la direzione sonora del gruppo verso gli anni Novanta, riportandone una visione maestosa ed emozionale, dove le ritmiche potenti di basso e batteria sorreggono le trame efficacemente ad intreccio delle due chitarre, una ad imbastire una sostanziosa rotativa elettrica, l’altra a disegnare frammenti urticanti di melodia o a spargere rumore. Al centro di questo incedere granitico la voce, profonda e screziata di oscurità, autentico collettore di tutti quei “pezzi galleggianti” che sono la testimonianza dell’ottima ispirazione degli Using Bridge. Una band che ribadisce la forza catartica e travolgente del rock.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.