Woody Guthrie, un omaggio al folksinger ribelle

image001

Appuntamento domenica 23 ottobre a Villa Manin, Passariano – Codroipo (Udine), anteprima della 19ª edizione di “Jazz&Wine of Peace” festival

Un progetto che coinvolge musica, storia e società. Un quartetto che omaggia Woody Guthrie, una delle figure più importanti della musica impegnata e controcorrente a stelle e strisce, con un concerto che prende il nome da quel motto che il cantautore aveva scritto sopra la sua chitarra, “This Machine Kills Fascists”, sintesi di una posizione ribelle e fuori dagli schemi che caratterizzò tutta la vita del folksinger dell’Oklahoma. Alla sua storia e alle sue canzoni è quindi dedicato il concerto di domenica 23 ottobre, alle 17.00, a Villa Manin, Passariano – Codroipo (Udine), anteprima del della 19ª edizione di Jazz&Wine of Peace, il festival transfrontaliero che dal 23 al 30 ottobre porta nel Collio italiano e sloveno il meglio della musica e dell’enogastronomia.

Cantautore, romanziere, intellettuale e attivista politico, Woody Guthrie ha raccontato l’America della Grande Depressione, le lotte operaie, le vite ai margini degli ultimi e degli sfruttati. La sua musica e le sue parole hanno ispirato grandi nomi come Bob Dylan, Joan Baez, Bruce Springsteen e Bully Bragg. Francesco Bearzatti e il suo Tinisimma Quartet (Francesco Bearzatti sax tenore e clarinetto, Giovanni Falzone tromba, Danilo Gallo basso, Zeno De Rossi batteria), dopo aver ricordato le figure di Tina Modotti (nel 2008, da cui il nome del quartetto) e Malcom X (nel 2010 con album pluripremiato con il Top Jazz ed altri riconoscimenti), si concentrano quindi su questo personaggio assolutamente fuori dagli schemi che con la sua poesia in musica ha saputo denunciare le ingiustizie dando voci a chi non ne aveva.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Musicista (Chelsea Hotel, Not Moving, Lilith, Link Quartet, Lilith and the Sinnersaints, Tony Face Big Roll Band), produttore musicale (Statuto, Vallanzaska, Assist...) e scrittore (Uscito vivo dagli anni '80, Mod Generations, Le storie dal rock piacentino, The bluesologist, The original rude boy, Rock and goal, Paul Weller L'uomo cangiante). Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.