ZUTH! – La cosmonautica

Nuovo singolo della band marchigiana Zuth dal titolo La Cosmonautica, secondo singolo estratto dall’omonimo disco.
Zuth online con La Cosmonautica: il videoclip della title track del disco continua il viaggio spaziale della band marchigiana riflettendo sull’isolamento nella società odierna.

La band marchigiana Zuth! torna online con “La Cosmonautica”, secondo singolo estratto dall’omonimo disco.

Dopo l’irriverente Eroticaerobica e la pubblicazione dell’album, la band torna con un brano ed un videoclip dalla trama provocatoria e riflessiva che vede il cosmonauta protagonista spaesato in un luogo totalmente estraneo ai suoi usi e costumi abituali sulla Terra: in seguito ad uno schianto quest’ultimo perde l’unico oggetto che lo legava al suo pianeta nativo e che lo guidava nel suo viaggio interplanetario.

La metafora che la band vuole trasmettere è quella dell’uomo tipico della società odierna che senza una guida non riesce a ritrovare sè stesso e ad inseguire i suoi sogni e le sue aspirazioni. Un altro aspetto importante che la band mette in luce all’interno del video è la virtualizzazione della società che porta tutti noi ad osservare il mondo da un oblò, con la differenza che rispetto al cosmonauta Jurij Gagarin nessuno di noi è realmente costretto a farlo. Il video è stato interamente girato in diverse location, in particolare tra Martinsicuro e San Benedetto del Tronto da Federico Casarella.
“Quello che abbiamo voluto rappresentare nel video è il senso di estraneità che noi tutti proviamo nei confronti dell’altro e del mondo, in quella che dovrebbe l’era della comunicazione per eccellenza” ci dicono gli Züth. [Ufficio stampa 0371 Music Press]
BIOGRAFIA ZUTH:
Züth! è un progetto musicale nato nelle Marche, il cui suono è caratterizzato da influenze Indie Rock e Pop Elettronico ed i testi si ispirano alla canzone d’autore italiana.
Nell’ottobre del 2015 è stato pubblicato il primo album dal titolo “Oceano”, che è stato inserito tra i migliori 10 album (5° posto in classifica) della categoria “Best New 2015” di UrbanWeek.it e recensito positivamente da molti portali web italiani tra cui Rockit.it (link: https://www.rockit.it/recensione/30777/zuth- oceano). Uno dei brani dell’album “Oceano” vede la partecipazione di Gianluca De Rubertis del duo “Il Genio”.
L’ Oceano Tour permette alla band di esibirsi in numerosi palchi prestigiosi come quello del MIND Festival e dell’Hiroshima Mon Amour di Torino, oltre ad aprire alcune date di Giorgio Ciccarelli (Ex Afterhours), Espana Circo Este, Le Luci della Centrale Elettrica ed Ex-Otago.
La band è stata selezionata nel 2016 dai Litfiba per il progetto “30 anni di 17re” collaborando direttamente con Piero Pelù e Ghigo Renzulli nel brano “Resta”.
A giugno 2018 si sono aggiudicati la Finale di Sanremo Rock vincendo la tappa marchigiana del tour di selezione per poi esibirsi al Teatro Ariston di Sanremo come rappresentanti della regione.
Nel 2019 la band ha pubblicato il singolo “Eroticaerobica” che anticipa l’uscita del nuovo album “La Cosmonautica” prevista per ottobre dello stesso anno. Nello stesso anno gli Züth! sono stati gli opener di una delle date italiane del tour di Anastacia.
Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.