ALE & SHARY – Masterscief

 

La canzone “Masterscief” nasce da un’idea di Ale, dopo aver notato che i programmi riguardanti la cucina si sono moltiplicati e che un po’ tutti, guardando la tv, pensano di essere diventate cuochi provetti o importanti ristoratori pronti a sperimentare azzardati abbinamenti culinari.
I piatti speciali ed esaltati dalla critica diventano sempre più “minimal”, così nel testo del brano viene analizzato in chiave ironica, come sia molto più importante che funzioni tutto il contorno, ben colorato ed appetibile agli occhi, piuttosto che le porzioni, il gusto e quindi la sostanza.
Basta che abbia un bel colore li davanti alla tv” questa è una frase del brano che potrebbe racchiuderne lo spirito. Il brano è stato scritto da Alessandro Ruspini ed è cantato in duetto con lo showman Shary,   quasi a dare l’impressione che si sia formata una sorta di squadra, una piccola brigata amante della cucina “nostrana”, che collabora e discute ironicamente su come si faccia fatica oggi a cucinare dei piatti tradizionali, a prezzi accessibili con porzioni giuste.

Il titolo del disco da cui è estratto il singolo è  “Alevation”, nato dall’idea di mischiare il nome dell’autore con quello della parola inglese “elevation”: il pensiero di Alessandro è infatti quello di avere ogni giorno la possibilità di salire il gradino di un’ipotetica scala che ci porti laddove vogliamo arrivare, “elevarci” verso i nostri obiettivi.
L’album è composto da 12 brani che affrontano molteplici temi dall’amore, alla cucina, alle feste ed alle emozioni che viviamo, pensiamo e sogniamo. Le sonorità delle canzoni sono pop-rock, condite da ritmi incalzanti e coinvolgenti.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.