BRICKLANE – L’amore ai tempi del muro

In occasione dei 30 anni dalla caduta del Muro di Berlino, la band presenta il suo singolo e videoclip “L’amore ai tempi del Muro”: il testo è una lettera struggente che una ragazza della Germania Est scrive al suo fidanzato rimasto a Berlino Ovest (tratto da una storia vera)

 

Genova – Dopo “Porta Nuova” e “Le Nevrosi di Virginia” i Bricklane tornano con un nuovo singolo, che anticipa l’uscita dell’album “California Maki” (fuori il 23 novembre prossimo). La data scelta per il lancio de “L’amore ai tempi del Muro” non è casuale: 9 novembre, a 30 anni precisi dalla caduta del Muro di Berlino, che separava mondi distanti anni luce: quello capitalista dell’ovest e quello socialista dell’est.

 

La canzone, caratterizzata da ampio uso di synth per ricreare l’atmosfera della scena berlinese degli anni ’80, ha un testo in forma di lettera: una ragazza di Berlino Est scrive al suo fidanzato Cristoph, rimasto a Ovest. Nello scriverlo, il frontman dei Bricklane Matteo Milazzi si è ispirato a una storia vera. Il bassista Gabriele Pallanca ha curato in larga parte l’arrangiamento. La produzione artistica è di Genova Records.

 

Il video rappresenta un’altra “chicca”: si tratta di un collage di immagini realizzate in Super8 di un tour della Berlino Est del 1965 dal cineasta Mario Ciampolini, assolutamente inedite e proprio per questo tutte da scoprire. Il montaggio è di Ugo Nuzzo.

 

“Le vicende della DDR (la Repubblica Democratica Tedesca, ndr) ci hanno sempre affascinato”, racconta Milazzi. “Questo è il nostro omaggio a un mondo che non c’è più. Un mondo che non sta a noi giudicare se migliore o peggiore di quello in cui viviamo adesso”.

Antonio Bacciocchi

Antonio Bacciocchi

Scrittore, musicista, blogger. Ha militato come batterista in una ventina di gruppi (tra cui Not Moving, Link Quartet, Lilith), incidendo una cinquantina di dischi e suonando in tutta Italia, Europa e USA e aprendo per Clash, Iggy and the Stooges, Johnny Thunders, Manu Chao etc. Ha scritto una decina di libri tra cui "Uscito vivo dagli anni 80", "Mod Generations", "Paul Weller, L’uomo cangiante", "Rock n Goal", "Rock n Spor"t, Gil Scott-Heron Il Bob Dylan Nero" e "Ray Charles- Il genio senza tempo". Collabora con i mensili “Classic Rock”, "Vinile" e i quotidiani “Il Manifesto” e “Libertà”. E' tra i giurati del Premio Tenco e del Rockol Awards. Da sedici anni aggiorna quotidianamente il suo blog www.tonyface.blogspot.it dove parla di musica, cinema, culture varie, sport e con cui ha vinto il Premio Mei Musicletter del 2016 come miglior blog italiano. Collabora con Radiocoop dal 2003.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito utilizza cookies per permetterti una migliore navigazione. Navigandolo, dai il tuo consenso. Più informazioni | Ho capito.